Asp Enna, al via l’operazione “Cup diffuso” per eliminare le file nelle prenotazioni

L’Azienda sanitaria ennese per eliminare le file che sistematicamente si registrano nelle prenotazioni per la varie visite ed accertamenti ha lanciato l’operazione “Cup Diffuso” che vuole sintetizzare le procedure e consentire agli utenti di recarsi presso il reparto dove deve essere visitato, dopo avere pagato il ticket presso la Lottomatica oppure, in futuro, presso i totem che saranno installati non solo nei quattro presidi della provincia (Enna, Nicosia, Piazza Armerina e Leonforte) ma anche in ogni paese proprio perché l’obiettivo primario è quello di servire l’utente nel migliore modo possibile evitando le stancanti liste di attesa.

La direzione sanitaria ha approvato il progetto che è stato elaborato dal dottor Lello Vasco, da poco direttore del presidio ospedaliero Umberto I e primario di Cardiologia, collaborato dagli esperti Franco Latona, Ciro Viscuso ed Angelo Tantillo oltre ai ragazzi del servizio civile che saranno quelli che si metteranno a disposizione di chi ha bisogno.

Il motto di questa operazione è “Web Cup, evita la fila, chiedici cosa fare” e dovrebbe essere un’iniziativa che va a colmare diverse criticità nell’erogazione dei servizi. L’utente che ha pagato il ticket o che è esente deve andare direttamente al reparto dove dovrà essere visitato, quindi non c’è motivo di andare al Cup.

Le prime esperienze maturate nel reparto di Cardiologia hanno dato risultati eccellenti ed a questo reparto si sono subito accodati la Neurologia, la Pediatria, l’Ortopedia e l’Oncologia e probabilmente, come hanno dichiarato Vasco e Latona, nel giro di un paio di settimane ci sarà l’adesione non solo dei reparti dell’Umberto I, ma anche degli ospedali di Leonforte, Nicosia e Piazza Armerina ed a questi aggiungere i laboratori.

Ciro Viscuso, responsabile del settore informatico, sta provvedendo a mettere in rete tutto quello che è necessario per concretizzare l’operazione. Chiaramente si lavorerà con le “monete elettroniche”. “Vogliamo concretizzare questa operazione – ha dichiarato Lello Vasco – con un obiettivo ben preciso che è quello, che nel giro di un paio di settimane, si elimineranno le lunghe liste di attesa al Cup, perché tutti, una volta pagato il ticket o chi esente, deve presentarsi direttamente al reparto o farsi accompagnare dai ragazzi del servizio civile”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: