Barrafranca, studenti e cittadini coinvolti nella campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata – SERR 2018

Giornata intensa a Barrafranca per studenti e cittadini nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) a cui il Comune di Barrafranca ha aderito attivamente, con la collaborazione delle Società Enna Euno e S.R.R. Enna Provincia Ato 6 e del Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana, con l’azione dal titolo “Cambiamo il futuro di Barrafranca: Riduciamo, Riusiamo e Ricicliamo”.

L’attività si è sviluppata in diversi momenti della giornata, iniziando dall’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “Giovanni Falcone”, diretto da Maria Stella Gueli, dove nell’auditorium hanno preso parte alla conferenza, sia gli studenti delle Superiori che gli studenti della Scuola Media degli II.CC. “Europa” e “S. G. Bosco”, diretti da Filippo Aleo.

A dare il benvenuto agli intervenuti il Sindaco Fabio Accardi che ha parlato della necessità di continuare a far bene la raccolta differenziata in città, infatti rispetto allo scorso anno sono stati fatti numerosi passi avanti tanto che dai dati regionali sulla raccolta differenziata degli ultimi mesi risulta che Barrafranca è uno dei più virtuosi della provincia di Enna arrivando al 63,4 %; ha anche aggiunto che ogni cittadino deve avere a cuore la “casa comune Barrafranca”.

È stata poi la biologa Rosa Termine a trattare la tematica, partendo dal focus della SERR “Prevenzione dei rifiuti pericolosi: è tempo di disintossicarsi!” per sensibilizzare al corretto smaltimento dei rifiuti urbani pericolosi. Ha sottolineato la necessità della raccolta dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), la cui percentuale in Italia è ancora troppo bassa, sia per evitare che le sostanze nocive finiscano nell’ambiente ed, entrando nella catena alimentare, si ripercuotano sulla salute umana, sia per il recupero di materie nobili, soprattutto metalli; infatti, per esempio, il recupero di una tonnellata di  schede di computer permette di ricavare 20 kg di stagno, 130 kg di rame e 450 g di oro.

In tarda mattinata, tale conferenza è stata estesa sia agli studenti dell’Istituto Agrario che a impiegati della Pubblica Amministrazione.

Nel primo pomeriggio, gli studenti della Scuola Secondaria di I Grado, accompagnati da Rosa Termine e Isabelle Cannarozzo e dai loro insegnanti Laura Lipani, Pasqua Gulino, Alessandra Licata, Concetta Ciulla, Mariella Tambè e Angelo Nicolosi, hanno percorso le vie di Barrafranca al fine di sensibilizzare i cittadini a praticare ancora meglio la raccolta differenziata e a cercare di ridurre i rifiuti evitando per esempio gli imballaggi.

La giornata si è conclusa con una conferenza, tenuta dalla biologa Rosa Termine, rivolta alla cittadinanza presso la Sala Comunale “Monsignor Cravotta”, a cui hanno anche partecipato gli studenti del triennio del Liceo Scientifico; hanno introdotto i lavori il sindaco Fabio Accardi ed il Capo Settore “Lavori pubblici” del Comune Francesco Costa. I presenti sono stati informati anche del ritiro gratuito “uno contro uno” dei RAEE, da parte dei rivenditori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, quando il consumatore acquista un’apparecchiatura equivalente; oltre che del ritiro gratuito “uno contro zero” dei RAEE di piccolissime dimensioni, da parte dei negozianti (titolari di un grande negozio, più di 400 mq) anche quando il consumatore non compra nulla. Infine, dall’incontro è scaturita pure la necessità di avviare al più presto anche la raccolta degli oli esausti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php