Enna, per la Settimana federiciana 2018 il 9 maggio Festa dell’Europa e premio Fontanazza

Una giornata speciale, una festa per gli studenti ennesi di ogni ordine e grado per avvicinare l’Europa ai suoi cittadini. È tutto questo la Festa dell’Europa che viene onorata anche a Enna domani, mercoledì 9 maggio, all’interno delle manifestazioni della Settimana federiciana.

Location d’eccezione, il teatro Garibaldi di Enna, dove dalle 9.30 in poi si apriranno le porte agli studenti delle scuole cittadine per la cerimonia conclusiva del Premio Europa “Edoardo Fontanazza”, con il conferimento dei premi, che è anche un momento di riflessione su tematiche sociali e palcoscenico di performance teatrali e musicali tutte made in Enna.

Il Premio Europa quest’anno ha avuto per tema “Unità nella diversità”, facendo riferimento alla “lungimiranza di Federico II nella costruzione di un’Europa unita, a tutela dei diritti e del dialogo tra culture diverse”, come spiega la coordinatrice Maria Renna che condurrà la mattinata in teatro.

Diverse le esibizioni previste: gli allievi del liceo musicale Colajanni presenteranno un concerto di flauti, chitarre, voci e percussioni, curato dei docenti di musica dell’istituto. Un gruppo di studenti del liceo delle Scienze Umane Colajanni si esibirà poi in una lettura teatrale di poesie sul tema “Federico II e le due Sicilie: quella di ieri e quella di oggi”, a cura della docente Irene Failla. Una lettura poetica dal titolo “L’Odissea di Federico” sarà invece proposta dai ragazzi del liceo classico Colajanni, con la supervisione della docente Loredana Paci.

Gli studenti dell’istituto professionale “Federico II” metteranno in scena un monologo a due voci, scritto in memoria di Paolo Borsellino dall’attrice e drammaturga Elisa Di Dio, dal titolo “Come due figli. Canto per voci e memoria”. E, ancora musica, infine con gli allievi dell’indirizzo musicale dell’istituto comprensivo De Amicis, che presenteranno due brani d’ orchestra di ispirazione medievale, a cura dei docenti di musica e strumento Lucio Giunta, Francesco Marasà, Elisabetta Russo e Stefano Termini.

Previsti gli interventi di Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa, di Maurizio Dipietro, sindaco di Enna, e di Rocco Lombardo, storico dell’arte presidente della giuria del premio Fontanazza.

“Era il 9 maggio la giornata in cui i popoli dell’Unione avviarono quel processo di integrazione europea che attende oggi il suo completamento – spiega Cettina Rosso – l’intitolazione del Premio Europa a Edoardo Fontanazza storico educatore ennese, europeista, grande pedagogista, rappresenta un modo per ricordarne il percorso innovativo nell’ambito metodologico e didattico e un contributo per tenerne viva la memoria nel mondo della scuola e nell’ambito della promozione della cultura federiciana in città”.

Il premio, organizzato dalla Casa d’Europa, è realizzato con il sostegno del Comune di Enna e in collaborazione con il Movimento federalista europeo e il Centro Studi “Federico II di Svevia”.

L’ingresso è libero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php