Finanziati dalla Regione i cantieri di lavoro, in provincia di Enna 2.700.000 euro, a Nicosia arrivano 176 mila euro

L’assessorato regionale della Famiglia delle Politiche sociali e del Lavoro ha finanziato con 50 milioni di euro i cantieri di lavoro per 384 Comuni siciliani con popolazione inferiore a 150 mila abitanti.

Il provvedimento risale alla giunta Crocetta che nel marzo 2017 approvò il Piano di Azione e Coesione 2014-2020 per la promozione dell’occupazione e l’inclusione sociale.

Entro il 13 aprile, dopo diverse vicissitudini e proroghe, i Comuni siciliani dovevano inviare la loro manifestazione d’interesse.

In totale in Sicilia verranno istituiti 1701 cantieri di lavoro, per ciascun cantiere la somma finanziata è di 29.394,48 euro.

In provincia di Enna tutti i 20 Comuni riceveranno il finanziamento, verranno istituiti un totale di 94 cantieri di lavoro per un importo di oltre 2.700.000 euro. In testa Enna e Piazza Armerina con 7 cantieri, seguono Barrafranca, Leonforte e Nicosia con 6, Agira, Assoro, Centuripe, Pietraperzia, Regalbuto, Troina, Valguarnera, e Villarosa con 5, Aidone, Calascibetta, Catenanuova e Gagliano con 4, Cerami, Nissoria e Sperlinga con 2.

Il Comune di Nicosia ha richiesto il finanziamento di 6 cantieri e la somma che giungerà dalla Regione sarà di 176.366,84 euro.

Avremo la possibilità di intervenire su un paio di zone di Nicosia. – afferma il sindaco Bonelli –  Noi vorremmo intervenire nella salita di via G.B. Li Volsi, restituendone bellezza e decoro e in una zona di Villadoro, basolato della strada principale. Inoltre, ovviamente, ci sarà la possibilità di lavoro per un buon numero di nostri disoccupati”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php