Gestione rifiuti a Nicosia, diminuisce il costo complessivo nel 2018 – VIDEO

Nella serata del 2 marzo il consiglio comunale di Nicosia ha approvato a maggioranza (10 favorevoli e 5 astenuti), il piano tecnico economico finanziario 2018 per la gestione del servizio di igiene ambientale, attraverso il quale i cittadini nicosiani saranno chiamati a pagare la Tari (tassa sui rifiuti). Quest’anno il costo complessivo è diminuito del 2 % rispetto al 2017 e si prevedono bollette meno care rispetto a quelle degli ultimi due anni.

Le relazioni sul piano tecnico economico finanziario sono state effettuate da Michele Campione per l’ufficio tecnico comunale e dal dirigente dell’ufficio ragioneria, Giovanni Li Calzi. Si tratta in pratica di una previsione di entrate ed uscite su tutto il servizio di igiene ambientale del Comune di Nicosia.

Sostanzialmente per il 2018 l’importo complessivo del piano è di 1.963.697.60 euro, nel 2017 fu di 2.005.393,96 euro. Ci sarà quindi un risparmio di 42.000 euro per le tasche dei cittadini. Le voci più importanti riguardano la quota che spetta alla Multiecoplast, la ditta che si occupa dal mese di novembre del 2015 del servizio di igiene ambientale e della raccolta differenziata, a cui andranno per quest’anno 1.329.368,94 euro, importo uguale anche nel 2017. Diminuisce invece il costo del conferimento in discarica, verranno spesi 243 mila euro per l’indifferenziata e 82.500 per l’umido, in totale si pagherà quasi 359 mila euro, nel 2017 si pagò 414 mila euro, sono i primi effetti della raccolta differenziata che a fine 2017 è arrivata a sfiorare il 40 %, con una punta del 45,49 % a gennaio e circa il 52 % a febbraio. I costi per la riscossione si aggirano sugli 80 mila euro, mentre il costo del personale tecnico-amministrativo proveniente dalla Srr è di poco superiore ai 111 mila euro.

Molto chiara la relazione dell’assessore Nando Zappia, che ha illustrato, attraverso un serie di slide, i dati riguardanti la raccolta differenziata il cui trend è in aumento, la conseguente diminuzione del conferimento di indifferenziata e umido in discarica e  l’aumento degli introiti derivanti dai consorzi di filiera, ovvero quegli enti che pagano il Comune in base alla tipologia ed alla qualità dei prodotti differenziati, ad esempio gli introiti della Conai sono passati dai 26 mila euro del 2017 ai 50 mila euro del 2018, ma la stima sarà sicuramente superiore in base alle prime fatture emesse quest’anno. L’assessore ha inoltre illustrato i diversi finanziamenti ottenuti per la costruzione e l’acquisto di attrezzature e macchinari per il Centro comunale di raccolta e i piani futuri per l’incremento della differenziata attraverso alcune campagne rivolte alle scuole ed agli uffici pubblici.

Il dibattito in aula ha visto protagonisti i consiglieri di minoranza, che si sono confrontati con la giunta comunale. Ma non ci sono state solo critiche o espressioni di perplessità, il consigliere Filippo Giacobbe ha presentato un emendamento, approvato all’unanimità, con il quale è stato istituito un fondo di 5000 euro, sottratto in parte dalla voce del contenzioso, per l’acquisto di attrezzature da donare alle scuole elementari e medie. Questi acquisti dovrebbero favorire la formazione degli studenti nei confronti della raccolta differenziata. Il consigliere ha ideato anche un concorso tra gli istituti scolastici, verrà redatto un regolamento per capire quale istituto realizza la percentuale più alta di raccolta differenziata, la scuola vincente riceverà un bonus in denaro, il cui importo verrà successivamente stabilito durante l’approvazione del bilancio di previsione, da spendere per attrezzature scolastiche e per migliorare l’offerta formativa.

L’incremento ed il miglioramento della raccolta differenziata nel Comune di Nicosia, fino a raggiungere l’obiettivo di legge del 65 % è uno dei cardini del piano. Uffici comunali, l’amministrazione comunale ed anche l’Azienda speciale silvo pastorale di Nicosia, sono impegnati verso il raggiungimento di questo target, ritenuto fondamentale non solo per il risparmio sulle tariffe per la gestione dei rifiuti, ma anche per educare e formare la popolazione al rispetto dell’ambiente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php