Il Comune di Nicosia partecipa al bando “Il bene torna comune”

Presentata dall’amministrazione comunale di Nicosia la manifestazione d’interesse per il bando “Il bene torna comune”, giunto alla quarta edizione e promosso dalla Fondazione “Con il Sud”.

Si tratta di un bando Storico – Artistico e Culturale, che sviluppa la formula sperimentata nella precedente edizione 2014: ovvero una richiesta ai proprietari di immobili inutilizzati di metterli a disposizione della comunità locale, mediante sottoscrizione di regolare contratto di affitto, per un periodo di almeno 10 anni e, successivamente, rivolgendosi alle non profit per proposte di valorizzazione dei beni in chiave comunitaria. L’iniziativa, che mette a disposizione 4 milioni di euro, prevede due fasi e interessa i beni immobili di pregio storico, artistico e culturale presenti in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Il Comune di Nicosia ha inviato la manifestazione d’interesse per la ristrutturazione ed il consolidamento della Torre dell’orologio di piazza Re Federico, nel quartiere di Santa Maria Maggiore. Il progetto prevede una spesa di 300 mila euro.

In questa prima fase l’amministrazione comunale ha inviato alla Fondazione una manifestazione di interesse con cui si impegnano, tra l’altro, a riservarle l’onere e il diritto di individuare il miglior intervento di valorizzazione del bene e, di conseguenza, di selezionare l’ente del Terzo settore a cui concederanno l’utilizzo del bene per almeno 10 anni.

Nella seconda fase, gli enti del Terzo settore potranno presentare progetti di valorizzazione relativi ai beni selezionati, in un’ottica di uso comune e di restituzione alla collettività degli immobili. Le proposte progettuali potranno essere presentate da partnership composte da almeno tre soggetti, di cui due organizzazioni di Terzo settore, oltre a istituzioni, università, mondo economico e della ricerca. I proprietari dei beni selezionati non potranno aderire a partenariati che presentino proposte di riqualificazione e rivalutazione dell’immobile di cui detengono la proprietà. Le proposte dovranno prevedere interventi capaci di generare concreti effetti positivi, in termini di sviluppo socio-economico, per la comunità locale.

La Fondazione “Con il Sud” è un ente non profit privato nato il 22 novembre 2006 dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato, per promuovere l’infrastrutturazione sociale del Mezzogiorno, cioè percorsi di coesione sociale e buone pratiche di rete per favorire lo sviluppo del Sud.

In 11 anni, la Fondazione ha sostenuto oltre 1.000 iniziative, tra cui la nascita delle prime 5 Fondazioni di Comunità del Mezzogiorno, coinvolgendo 6.000 organizzazioni diverse e oltre 280.000 cittadini, soprattutto giovani, erogando complessivamente 176 milioni di euro di risorse private.

In particolare, la Fondazione “Con il Sud” sostiene interventi “esemplari” per l’educazione dei ragazzi alla legalità e per il contrasto alla dispersione scolastica, per valorizzare i giovani talenti e attrarre “cervelli” al Sud, per la qualificazione dei servizi socio-sanitari, per l’integrazione degli immigrati e per la tutela e valorizzazione dei beni comuni (patrimonio storico-artistico e culturale, ambiente, riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie). In riferimento a quest’ultima linea di intervento, la Fondazione ha già promosso tre bandi (2008, 2011 e 2014) e sostenuto 28 progetti per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e culturale per un’erogazione complessiva di oltre 11 milioni di euro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php