L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone a Nicosia per discutere di viabilità ed opere pubbliche – VIDEO

Continuano le visite a Nicosia degli assessori regionali del governo Musumeci, dopo l’assessore all’Agricoltura Bandiera, il 26 febbraio è stata la volta di Marco Falcone, assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità.

L’occasione dell’apertura dell’ultimo diaframma della galleria Coniglio nel lotto B4/b della Nord-Sud, ha concesso l’opportunità per un momento di riflessione e per discutere del futuro e degli investimenti della Regione Siciliana sulle grandi opere.

Presenti molti esponenti della coalizione del centro-destra ennese, ma anche del messinese e dalle province di Catania e Palermo.

L’incontro è stato moderato da Filippo Giacobbe, consigliere comunale e commissario di Forza Italia di Nicosia.

Sono intervenuti Salvatore Ferrara, ex consigliere provinciale di Forza Italia, che ha annunciato un finanziamento di 1 milione e mezzo di euro per la manutenzione della strada provinciale 39, meglio conosciuta come strada dell’Altesina che conduce da Nicosia a Enna.

E’ intervenuto anche Salvo Campione, commissario di Forza Italia della provincia di Enna, che ha introdotto i candidati della coalizione di centro-destra alle elezioni politiche del 4 marzo.

Il primo a prendere la parola è stato Carmelo Lo Monte candidato all’uninominale con il centro-destra per la Camera dei Deputati nel collegio Enna-Nebrodi. Antonino Germanà, candidato per la Camera dei Deputati nel listino plurinominale con Forza Italia nel collegio Enna-Nebrodi e Gaetana Palermo candidata al Senato nel listino plurinominale con Forza Italia nel collegio di Catania.

Ha preso poi la parola l’assessore Marco Falcone, che ha illustrato tutti i programmi in itinere del governo regionale sulle grandi opere, in particolar modo sulla viabilità primaria e secondaria e sulle ferrovie. Ha illustrato l’impegno del suo assessorato per far ripartire i cantieri dei lotti B della Nord-Sud con un incontro con il presidente del Cga per sbloccare gli appalti attualmente fermi, ha annunciato il finanziamento da 34 milioni di euro per lo svicolo C3 con Piazza Armerina. Ma il vero impegno sarà la ricerca di ulteriori fondi, per avviare nuovi cantieri, sbloccare gli appalti e riavviare nuove opere e soprattutto interfacciarsi con l’Anas affinchè spenda meglio le sue risorse sul territorio.  La Regione per la viabilità ha in cassa 2 miliardi e 300 mila euro da spendere entro il 31 dicembre 2019 e si attende il nuovo governo nazionale che, come auspica l’assessore Falcone, sia dello stesso colore politico di quello regionale, per portare in Sicilia una parte degli undici miliardi di euro stanziati nell’ultima finanziaria.

I commissari della provincia di Enna dei cinque partiti della coalizione di centro-destra, Campione per Forza Italia, Russo per Diventerà Bellissima, Barbera per Fratelli D’Italia, Leanza per Noi con Salvini e Montesano per Noi con l’Italia, hanno consegnato all’assessore un documento congiunto, nel quale è illustrata la travagliata storia della nord-sud con i vari definanziamenti dell’opera, la situazione della viabilità secondaria disastrata, auspicando un impegno concreto e programmatico di tutte le forze di maggioranza ed in particolare dell’assessore Falcone, affinchè si risolvano urgentemente questi problemi.

Dopo l’incontro l’assessore Marco Falcone ha presenziato all’abbattimento dell’ultimo diaframma della galleria “Coniglio”, nell’ambito dei lavori di ammodernamento al tracciato della strada statale 117 “Centrale Sicula”. L’opera fa parte del lotto B4/b, compreso tra il km 25,200 e il km 28,000 della statale 117, nel territorio comunale di Nicosia e Cerami, appaltato all’impresa Ricciardello Costruzioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php