Leonforte, il consigliere comunale Angelo Leonforte interviene sulla mancata attivazione del servizio assistenti alla comunicazione e all’autonomia

Il consigliere comunale Angelo Leonforte, appartenente al gruppo consiliare di minoranza Avanti Uniti per Leonforte, ha presentato il 6 novembre un’interrogazione rivolta al sindaco Carmelo Barbera, per sapere come l’Amministrazione intende superare la situazione di stallo attuale e affrontare la problematica relativa alla mancata attivazione del servizio assistenti alla comunicazione e all’autonomia.

Siamo vicini e solidali alle famiglie che stanno vivendo delle difficoltà per i loro figli a far seguire correttamente i percorsi didattici nelle rispettive scuole, poiché ancora ad oggi, a distanza di ben 2 mesi dall’inizio dell’anno scolastico 2018/2019, l’Amministrazione Barbera non ha avviato il servizio di Assistenti alla Comunicazione e all’Autonomia. – afferma il consigliere Angelo Leonforte –

Nella mia qualità di consigliere e capogruppo del gruppo Avanti Uniti per Leonforte stamattina ho protocollato un’ interrogazione rivolta all’Amministrazione per sapere come intende superare la situazione di stallo attuale della relativa problematica per attivare il servizio ASACOM nella scuole per chi ne ha fatto debita richiesta.

Dallo scorso anno le competenze per garantire gli Assistenti alla Comunicazione e all’Autonomia per portatori di handicap che avevano difficoltà di apprendimento dovute al linguaggio o alla scrittura, come nel caso degli audiolesi o di pazienti con difficoltà visive, è passata in capo ai Comuni di residenza.

Nonostante l’anno scolastico 2017/2018 fosse il primo anno il Comune di Leonforte, con l’Amministrazione Sinatra dell’epoca, avendo ricevuto le domande da parte dei soggetti richiedenti a metà ottobre circa, ha garantito il servizio nell’arco di un mese.

Il comune non essendo provvisto di figure specifiche in possesso dei titoli abilitativi per il Lis (linguaggio per i sordomuti) e il Braille (scrittura per i non vedenti), ha garantito, attraverso regolare affidamento ad enti esterni,  il diritto all’istruzione dei due soggetti interessati, gli stessi bambini che oggi, a distanza di un anno, insieme alle loro mamme attraverso la stampa hanno manifestato la loro situazione incresciosa è il loro diritto negato.

Il servizio è proseguito fino alla fine dell’anno scolastico scorso e i genitori hanno trovato risposte concrete alle loro necessità e i bambini hanno potuto seguire con profitto le lezioni, diversamente da quando sta accadendo quest’anno con la nuova Amministrazione Barbera.

Il problema finanziario che pone il Vice Sindaco non riguarda le famiglie e tantomeno i bambini, ma solo l’Amministrazione che ha i mezzi e gli strumenti giuridici e finanziari per risolverlo immediatamente cercando delle soluzioni valide, come è stato fatto in passato dall’Amministrazione Sinatra e non cercando scuse o addebitando la colpa a chi li ha preceduti, che invece ha saputo garantire il servizio per l’anno scolastico passato. – conclude il consigliere –

Per la parte che compete alla minoranza solleciteremo l’Amministrazione sulla problematica e faremo di tutto affinché il servizio inizi e i bambini abbiano garantito il loro diritto all’istruzione che ai giorni nostri è di fondamentale e vitale importanza per tutti i bambini senza distinzione alcuna”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php