Leonforte, sono 8 gli atleti della Bodyline Club qualificati per le fasi nazionali di kata

Domenica 20 gennaio a Belpasso si è svolta la Fase regionale di qualificazione campionato italiano delle categorie assoluti, esordienti, cadetti e juniores di kata della FIJLKAM.

Otto atleti dell’ASD Bodyline Club di Leonforte, guidati dal tecnico Stella Maria si sono qualificati per la fase nazionale che si svolgerà ad Asti il 2 e 3 febbraio per le categorie esordienti e assoluti e ad Ostia il 22 e 23 febbraio per le categorie cadetti e juniores.

Gli atleti qualificati alla fase nazionale sono: Eleonora Matera 2° classificata nella categoria juniores femminile; Samuel Vicario 3° classificato nella categoria esordienti maschile, nella quale si qualificano anche Angelo Lo Pumo e Antonino Maria, entrambi settimi classificati; Gioacchino Mazzola e Francesco Trecarichi si qualificano nella categoria cadetti maschile; Simone Fiorenza si qualifica per la categoria Juniores maschile, classificandosi al 5° posto; mentre Raffaele Milazzotto stacca il pass per la categoria assoluti maschile.

La società Bodyline Club di Leonforte si qualifica nella classifica delle società al 1° posto nella categoria Juniores femminile e al 2° posto nella categoria esordienti maschile, al 3° posto sia nella categoria cadetti femminile che maschile.

Il tecnico Stella Maria si ritiene soddisfatta di tutti i propri atleti: “Ho visto che sul tatami hanno cercato di dare il massimo e di portare tutto ciò che avevano imparato durante gli allenamenti in questi mesi, poi si sa che l’emozione può incidere sulla prestazione, che purtroppo qualche giudizio arbitrale è difficile da mandare giù, che qualcuno è costretto a gareggiare anche se infortunato poichè è l’unica gara importante della stagione, ma tutto questo fa parte del gioco, dello sport e della vita, si cresce anche e soprattutto così.  Mi complimento anche con Serafino Pirronitto, Eliana Matera, Martina Maria, Francesco Romano, Roberta Mazzola e Jennifer Vicario che non sono riusciti a qualificarsi, ma quest’esperienza è un buon punto dal quale ripartire per i prossimi appuntamenti agonistici”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: