Nicosia, approvato dal consiglio comunale il Paes (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile)

Anche il Comune di Nicosia ha adottato, con l’approvazione in giunta il 9 maggio e l’approvazione in consiglio comunale l’11 maggio, il Paes, ovvero il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, lo strumento operativo con cui le singole amministrazioni attuano la strategia cardine del Patto dei Sindaci: ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica entro il 2020.

Il 9 marzo 2007 l’Unione europea ha adottato il documento “Energia per un mondo che cambia impegnandosi unilateralmente a ridurre le proprie emissioni di CO2 del 20% entro il 2020, aumentando nel contempo del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili all’interno del mix energetico. La stessa Unione ha riaffermato tali impegni il 23 gennaio 2008 con l’approvazione del Pacchetto Energia – Cambiamento climatico che ha ridefinito il sistema delle quote di emissioni e promosso una diversa ripartizione degli sforzi da intraprendere per adempiere all’impegno comunitario a ridurre le emissioni di gas serra in settori non rientranti nel sistema comunitario di scambio delle quote di emissione (come i trasporti, l’edilizia, i servizi, i piccoli impianti industriali, l’agricoltura e i rifiuti).

Il 29 gennaio 2008, in occasione della Settimana Europea dell’Energia sostenibile, la Commissione Europea ha lanciato il “Patto dei Sindaci” con lo scopo di coinvolgere le comunità locali ad impegnarsi in iniziative per ridurre nelle città le emissioni di C02 del 20% attraverso l’attuazione di un Piano d’Azione che preveda tempi di realizzazione, risorse umane dedicate, monitoraggio, informazione ed educazione ambientale.

Il 12 giugno 2014 il Comune di Nicosia, attraverso una delibera della giunta Malfitano, aveva aderito al Patto dei Sindaci per contribuire a raggiungere gli obiettivi fissati dall’UE per il 2020, riducendo le emissioni CO2 nel territorio comunale di almeno il 20%.

Il 23 aprile di quest’anno è stato affidato un incarico professionale da 38 mila euro alla Smart Energy srl di Frosinone per lo studio di fattibilità relativo al “Progetto per l’adeguamento e/o rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione con l’adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici promuovendo l’installazione di sistemi automatici di regolarizzazione quali sistemi di telecontrollo e telegestione energetica della rete oltre che la realizzazione della Smart Cts Broder in Broandband Ed Iot – compresi la redazione del Paes, la nomina per l’Ege e tutti i rilievi necessari alla realizzazione dello studio con particolare riferimento alla Georeferenziazione dei punti di illuminazione presenti in tutto il territorio del Comune di Nicosia”. Il solo Paes è costato al Comune di Nicosia 5000 euro. L’intera cifra verrà recuperata nel caso in cui il progetto di illuminazione pubblica verrà finanziato o anche se se non verrà ammesso il finanziamento la spesa sostenuta dal Comune verrà rimborsata dalla Regione.

Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (Paes), redatto dalla Smart Energy è stato trasmesso al Comune di Nicosia l’8 maggio di quest’anno. Ed è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale, riunito l’11 maggio in seduta urgente.

L’approvazione del Paes consentirà al Comune di Nicosia di aderire alle iniziative di rilevanza europea attivando politiche ambientali (green) improntate al contenimento delle emissioni, anche con l’obiettivo di intercettare specifiche linee di finanziamento per la realizzazione di interventi successivamente previsti nel Paes. Il progetto più importante è quello della nuova illuminazione pubblica, il Comune di Nicosia con il Paes approvato potrà accedere ad una misura europea per finanziare l’intera opera, una cifra che si aggira intorno ai tre milioni di euro. Per questo si attende a giorni la pubblicazione del bando da parte dell’Assessorato regionale alle attività produttive.

Lunedì 14 maggio l’Assessorato regionale alle attività produttive avvierà un click-day per finanziare alcuni lavori di finanziamento di efficientamento energetico a cui potranno partecipare solo i Comuni dotati del Paes. Due i progetti di efficientamento energetico che riguardano Nicosia:  il primo verrà presentato dall’Asp di Enna per l’Ospedale Basilotta di Nicosia e un altro progetto verrà presentato dall’Azienda Speciale Silvo Pastorale di Nicosia per la struttura del Nibbio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php