Nicosia, Mdt chiede al presidente Musumeci l’attivazione del procedimento per lo sportello di prossimità

Il 18 dicembre il Movimento per la Difesa dei Territori, presieduto da Fabio Bruno, ha trasmesso al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, la richiesta di attivazione del procedimento tra il Comune di Nicosia e il Ministero della Giustizia, per l’istituzione dello “Sportello di prossimità” nei locali dell’ex Tribunale di Nicosia (Ufficio del Giudice di Pace). Questa richiesta, oltre che al presidente Musumeci, è stata trasmessa anche presidente della Corte di Appello di Caltanissetta, al presidente del Tribunale di Enna, al presidente dell’Ordine degli Avvocati di Enna e al sindaco di Nicosia.

Fin dall’11 marzo 2014, Mdt aveva richiesto alla Regione Siciliana ed alle altre autorità competenti l’istituzione dei “Tribunali Regionali”, secondo il procedimento delineato dalla legge di stabilità 147/2013, che al comma 397 ha introdotto la modifica dell’articolo 8 del decreto legislativo 155/2012 introducendo il comma 4-bis. “In via sperimentale, il Ministro della giustizia può disporre, nell’am-bito di apposite convenzioni stipulate con le regioni e le province autonome, che vengano utilizzati, per il tempo necessario, gli immobili adibiti a servizio degli uffici giudiziari periferici e delle sezioni distaccate soppressi per l’esercizio di funzioni giudiziarie nelle relative sedi. Le spese di gestione e manutenzione degli immobili e di retribuzione del personale di servizio oggetto delle convenzioni sono integralmente a carico del bilancio della regione”. Questa proposta rimase però lettera morta.

Mdt, il 18 agosto 2015,trasmise alla Regione un’altra nota, ovvero la proposta di attivazione del procedimento tra la Regione Siciliana, il Comune di Nicosia ed il Ministero della Giustizia per la istituzione dello “Sportello di prossimità” nei locali dell’ex Tribunale di Nicosia, anche questa richiesta rimase senza alcun esito.

Il 19 maggio 2017 il Mdt sollecitava al Comune di Nicosia l’adozione della delibera per l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’apertura dello sportello di prossimità. La giunta comunale, il 28 luglio 2017, deliberava positivamente, mettendo il primo tassello verso l’istituzione dello sportello.

Il Movimento per la Difesa dei territori ritiene che la “norma ponte” rappresentata dall’articolo 8 comma 4 bis del decreto legislativo 155/2012, (l’ipotesi di riapertura del Tribunale di Nicosia) ha verosimilmente perso efficacia essendo ormai stata completata la riforma della geografia giudiziaria e non avendo la Regione Siciliana mai inteso dare corso alle proposte dell’Mdt che, se esitate per tempo e favorevolmente a livello ministeriale, avrebbero consentito almeno di valutare la riapertura “in via sperimentale” del Tribunale di Nicosia.

Con questa nuova richiesta al presidente della Regione Siciliana, Mdt chiede di avviare presso il Ministero della Giustizia il procedimento amministrativo finalizzato alla stipula del protocollo di intesa per la istituzione dello “sportello di prossimità” che, a questo punto della storia della riforma della geografia giudiziaria, costituisce un diritto della comunità territoriale dell’ex circondario del Tribunale di Nicosia. Tra l’altro il progetto dello sportello di prossimità, già previsto a livello ministeriale, è stato confermato dal Ministero il 3 ottobre 2017 ed avallato dal Consiglio Superiore della Magistratura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php