Nicosia, si è svolta domenica un’assemblea per informare i cittadini sulla possibile riapertura del Tribunale – VIDEO

Nella serata di domenica 6 maggio si è tenuto sotto i portici dell’ex palazzo di giustizia di Nicosia un’assemblea pubblica organizzata dal Comitato “Riapriamo il Tribunale di Nicosia”, lo scopo era quello di informare i cittadini nicosiani sugli ultimi sviluppi della vicenda, soprattutto dopo l’approvazione all’Ars dell’emendamento che ha stanziato 50 mila euro per ciascuno dei tre tribunali soppressi in Sicilia (Mistretta, Modica e Nicosia).

L’incontro ha visto la presenza oltre al sindaco di Nicosia Luigi Bonelli, anche di altri amministratori del circondario, tra cui il sindaco di Mistretta Liborio Porracciolo, accompagnato dal vicesindaco Vincenzo Oieni, il presidente del consiglio comunale di Cerami, Augusto Mongioj, il sindaco di Sperlinga, Giuseppe Cuccì.

Ha presentato gli ospiti, dopo un’introduzione sui temi dell’assemblea, l’ex sindaco di Nicosia Antonello Catania, attuale segretario del circolo Pd di Nicosia, che ha ricordato le tante battaglie partite proprio da sotto i portici del Tribunale nel 2013, le speranze perse dopo la chiusura e le novità dopo l’approvazione dell’emendamento, la cui prima firmataria è proprio un’esponente del Pd regionale, l’onorevole Luisa Lantieri.

Tra gli interventi più significativi quello dell’avvocato Piergiacomo La Via, uno dei motori del Comitato, dal mese di novembre ha riaperto la battaglia, che dopo il primo significativo risultato positivo ottenuto all’Ars, ora si sposta a livello nazionale per la stipula della convenzione tra Regione Siciliana e Ministero della Giustizia.

Tra gli altri interventi quello dei due sindaci coinvolti in prima persona con la possibile riapertura dei tribunali chiusi nel 2013. Il sindaco di Mistretta Liborio Porracciolo ed il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli, insieme hanno sottolineato le sinergie tra i due Comuni con il sindaco di Modica per riportare alla riapertura dei presidi di giustizia, hanno ricordato i diversi viaggi al Ministero della Giustizia e gli incontri con i funzionari. I due sindaci hanno ringraziato la deputata Luisa Lantieri per l’emendamento presentato che riapre un filo di speranza verso al riapertura dei due tribunali.

L’intervento centrale dell’assemblea è stato quello dell’onorevole Luisa Lantieri, la deputata regionale ha ricordato le varie fasi del lavoro che ha portato all’approvazione dell’emendamento, il suo rapporto franco ed aperto con il governo regionale presieduto da Nello Musumeci ed ha sottolineato come la sinergia tra territorio ed istituzioni porti a dei risultati concreti. Un metodo che l’esponente del Pd vorrà ripetere anche nel futuro per altri problemi del territorio, come la viabilità o la sanità.

Gli interventi si sono susseguiti, importante quello del consigliere comunale di Nicosia Filippo Giacobbe, l’esponente di Forza Italia ha ricordato come il suo partito è stato fondamentale all’Ars per la stesura e l’approvazione dell’emendamento.

E’ intervenuto anche il giovane Giovanni Latona, che ha sottolineato come il recupero e l’impegno per riportare i servizi a Nicosia possa evitare la morte di un’intera comunità e l’emigrazione di centinaia di giovani verso altre regioni.

Hanno chiuso l’assemblea gli interventi di due esponenti del Comitato, gli avvocati Francesca Rupe e Pino Matarazzo, due protagonisti che in questi mesi hanno lavorato concretamente per questa iniziativa che ridà speranza per la riapertura del Tribunale di Nicosia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php