Profilo social, concorsi fotografici e gemellaggio scuole Al varo l’edizione 2018 della Settimana federiciana ennese

Pronta a essere varata la dodicesima edizione della Settimana federiciana ennese, che vede al timone la Casa d’Europa di Enna presieduta da Cettina Rosso.

Tantissime le novità della maratona medievale 2018, patrocinata dal Comune di Enna. Tutti gli eventi in calendario (Festa dell’Europa, Premio per l’Europa “Federico II”, giochi validi per il Palio di Federico, appuntamenti culturali, enogastronomici, mercatini storici e creativi, cortei e rievocazioni storiche) saranno presentati ufficialmente in una conferenza stampa che si terrà sabato 5 maggio alle ore 11.30 in Sala Proserpina (palazzo Chiaramonte). Saranno presenti tutti i protagonisti della Settimana federiciana 2018 e il sindaco di Enna Maurizio Dipietro.

E riparte con una nuova veste social e un nuovo stemma grafico la Settimana federiciana ennese, che si è dotata di un profilo Facebook, gestito dall’esperto Luca Cino. Su @settimanafedericiana è possibile visionare tutte le informazioni sui prossimi appuntamenti, ma anche notizie storiche, una panoramica sui siti monumentali ennesi di epoca medievale e il nuovo promo video sul Palio federiciano realizzato dal regista Sandro Bellomo.

Sono già pronti anche i regolamenti dei due concorsi fotografici che avranno come oggetto la Settimana federiciana: il primo è su Instagram, grazie al contest #GLIOCCHIDIFEDERICO, suddiviso nelle sezioni #iluoghifedericiani e #icostumifedericiani (regolamento in allegato). A questo si affianca il concorso fotografico “Gli occhi di Federico – Luoghi e costumi federiciani a Enna”, promosso dalla Casa d’Europa di Enna (regolamento in fase di pubblicazione).

Non solo rievocazioni: la cultura federiciana si fa anche strumento di crescita umana e solidale grazie alle relazioni intrecciate tra la Casa d’Europa e il comune di Jesi, città natale dell’imperatore Federico II e sede del prestigioso museo multimediale Stupor Mundi. Là dove una delegazione della Settimana federiciana ennese si è recata lo scorso novembre su invito della Fondazione Federico II  Hohenstaufen Jesi Onlus per intavolare progetti comuni, andranno tra breve gli studenti dell’istituto comprensivo De Amicis di Enna, sotto la guida del dirigente scolastico Filippo Gervasi, per realizzare un gemellaggio con l’istituto comprensivo Federico II di Jesi. Il tutto passerà dall’arte e dalla musica, grazie a un concerto che vedrà assieme l’orchestra della scuola ennese con i piccoli coristi di Jesi.

“Questa sarà un’edizione da ricordare – annuncia Cettina Rosso – saranno diversi e rilevanti gli appuntamenti culturali che valorizzeranno i luoghi storici della città. Tanto spazio ai giochi medievali, compresa la giostra dei cavalieri, alle rievocazioni, senza tralasciare le degustazioni, i mercatini e gli spettacoli che in questa edizione avranno una cornice d’eccezione. Per quanto riguarda il gemellaggio delle due scuole Enna-Jesi, è uno degli obbiettivi che ci eravamo dati non appena rientrati dal nostro viaggio nel marchigiano. Credo che la nostra mission stia procedendo nel migliore dei modi”.

Al via, intanto, le iscrizioni per prendere parte come figurante al corteo federiciano. La parata storica coinvolgerà centinaia di persone domenica 13 maggio dalle 16 in poi per tutto il centro storico di Enna. Sul profilo Facebook della Settimana federiciana è già possibile scaricare la scheda di adesione al corteo da compilare e inviare a federicianidienna@gmail.com.

Da giovedì 26 a sabato 28 saranno messi a disposizione i 150 abiti d’epoca medievale di proprietà dell’Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Enna, dati in gestione agli organizzatori della manifestazione medievale. La distribuzione avverrà dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 20 nei locali dell’associazione giovanile Progetto 360 (piazza Mazzini, pressi Duomo, Enna), per gentile concessione di don Giuseppe Rugolo. Gli abiti saranno distribuiti previa presentazione di documento di riconoscimento e recapiti. Gli organizzatori invitano gli ennesi di ogni età a provvedere personalmente al proprio costume che deve obbligatoriamente rispettare la foggia medievale dei secoli XII e XIII.

Per info, rivolgersi al responsabile e attribuzione ruoli del corteo Gaetano Libertino (331.3093106) e alla consulente costumista Alessia La Paglia (328.4383724).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php