Raccolta differenziata, la provincia di Enna fanalino di coda in Sicilia, Nicosia sopra la media provinciale e regionale

Non sono certamente confortanti i dati definitivi pubblicati per il 2017 dall’Ufficio Speciale per il monitoraggio e l’incremento della raccolta differenziata presso la presidenza della Regione Siciliana.

Nel mese di dicembre 2017 la media regionale si attesta sul 22,7 % di raccolta differenziata, un incremento di appena il 3,2 % rispetto al 2016. Nell’anno appena trascorso la punta massima viene raggiunta nel mese di novembre con una percentuale del 24,6 %. La Sicilia è la peggiore Regione in Italia e nella classifica nazionale all’ultimo posto conta tre province, Palermo, Siracusa ed Enna, quest’ultima oltre ad essere il fanalino di coda regionale lo è anche a livello nazionale. La migliore provincia in Sicilia è quella di Agrigento con il 38,20 %. Segue Caltanissetta con il 37,9 %.

La provincia di Enna ha una percentuale ridicola che si attesta attorno al 16,3 %, se guardiamo però al dato della Srr Enna, che contiene le percentuali di 19 Comuni su 20 (Piazza Armerina esclusa), la percentuale scende ancora e si attesta all’11,1 %. Una situazione che dovrà essere attenzionata dai vertici della Srr.

Il dato per i 390 Comuni siciliani fa capire il perché di questo andamento. La classifica pubblicata dall’ufficio regionale vede al primo posto nell’ultimo quadrimestre il Comune di Castel di Lucio, in provincia di Messina, con una percentuale del 79,92 %. Seguono a ruota Sant’Angelo Muxaro, provincia di Agrigento (78,75 %) e Giardinello (78,58 %), provincia di Palermo.

Per trovare il primo Comune della provincia di Enna dobbiamo andare a Piazza Armerina, 127mo posto in Sicilia, con una percentuale del 46,97 %. Segue Agira (139mo) con il 43,77% e Nicosia (178mo) con il 35,20 %. Queste le percentuali degli altri Comuni: Regalbuto 24,51 %, Centuripe 17,58 %, Calascibetta 17,11 %, Valguarnera 7,41 %, Gagliano 6,29 %, Villarosa 6,22 %, Leonforte 5,79 % e Nissoria 5,74 %, Assoro 5,25 %, Troina 1,90 %, Pietraperzia 1,10 %, Enna, 0,38 %. I cinque Comuni di Aidone, Barrafranca, Catenanuova, Cerami e Sperlinga non hanno alcuna percentuale di raccolta differenziata, in tutto sono 14 i Comuni siciliani totalmente a zero.

Tutti Comuni dell’ennese sono al di sotto della percentuale minima del 65 %. In tutta la Regione Sicilia sono 40 su 390 i Comuni che hanno raggiunto e superato questa percentuale.

Per quanto riguarda il Comune di Nicosia, si è partiti nel mese di gennaio 2017 con una percentuale del 3,4 % a dicembre si è toccata la punta massima con il 40 %, una media annuale del 18,68 % ed una media dell’ultimo quadrimestre, quando la raccolta è entrata a regime in tutto il territorio urbano, del 35,20 %. I dati dei primi mesi del 2018 sono incoraggianti, la raccolta differenziata ha superato il 50 % nel mese di marzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php