Sperlinga, deceduta la donna rumena che il 2 luglio si era data fuoco

Non è riuscita a sopravvivere la donna rumena che martedì 2 luglio intorno alle 19 dopo essersi cosparsa di benzina si è data fuoco.

La 44 enne collaboratrice domestica, è deceduta domenica 8 luglio presso il centro grandi ustioni del Cannizzaro di Catania, dove era stata ricoverata in gravi condizioni.

Il tentativo di suicidio, sul quale indagano i carabinieri di Sperlinga, è avvenuto in contrada Mandre tra i territori di Sperlinga e Villadoro, i parenti della vittima avevano dato immediatamente l’allarme, sul posto era giunta un’autoambulanza del 118, ma viste le gravi condizioni della donna gli operatori avevano chiesto l’intervento dell’elisoccorso per il trasporto verso il centro grandi ustioni di Catania, dove la donna è stata ricoverata in prognosi riservata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php