Una leonfortese premiata all’Emrs tra i migliori scienziati d’Europa

La leonfortese Maria Censabella, laureata in Fisica con il massimo dei voti e adesso al secondo anno del Dottorato in Scienza dei Materiali e Nanotecnologie presso l’Università degli Studi di Catania, associata all’IMM del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), è stata premiata lo scorso 20 giugno, a Strasburgo in Francia, con il Graduate Student Award durante l’E-MRS (European Materials Research Society ) Spring Meeting 2018, la più grande conferenza Europea sulla Scienza dei Materiali, a cui partecipano ogni anno circa 2500 scienziati provenienti da tutto il mondo.

Il riconoscimento è stato conferito dagli organizzatori della conferenza alla dottoressa Censabella che hanno premiato la qualità del lavoro di ricerca e la capacità di esporre i risultati scientifici e tecnici conseguiti attraverso una presentazione esposta nel Simposio X: “Photon-assisted synthesis and processing of materials in nano-microscale”.

Lo studio oggetto della ricerca ha come titolo “Laser ablation synthesis of Pd and Pt nanoparticles and fabrication of Pd/Pt-graphene nanocomposites” e riguarda la produzione di nanoparticelle di Platino e di Palladio attraverso l’ablazione laser in liquido e il loro utilizzo per creare un nanocomposito Nanoparticelle/Grafene.

Stiamo parlando di dispositivi che hanno le dimensioni del nanometro, ossia di un miliardesimo di metro. Oggetti difficili da immaginare nel nostro macro-mondo, oggetti estremamente piccoli ma fabbricati con l’intento di risolvere enormi problemi. Infatti, la ricerca entro cui si inserisce il lavoro della dottoressa Censabella nasce dall’esigenza di trovare soluzioni innovative in dispositivi quali batterie a lunga durata, sistemi per immagazzinare l’idrogeno in modo da alimentare le auto elettriche, per i sensori di gas nocivi o per le celle solari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: