A Nicosia celebrata la Madonna dell’Aiuto con il quarto concorso dei Madonnari di Sicilia – FOTO & VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 19 Settembre 2021

 

Anche nel 2021 salta la processione della Madonna dell’Aiuto, celebrata in modo più ridotto e sobrio a causa della pandemia.

Grazie alla Confraternita Monte Calvario San Cataldo, che da sempre si è spesa per la realizzazione dell’evento religioso coinvolgendo non solo il quartiere di San Cataldo, ma l’intera comunità nicosiana, le celebrazioni per la Madonna dell’Aiuto hanno avuto luogo in modo più sobrio, così come la quarta edizione del concorso dei Madonnari di Sicilia

Domenica 20 settembre, tradizionalmente la penultima domenica del mese, il quartiere di San Cataldo festeggia la Madonna dell’Aiuto all’interno della piccola chiesetta. E’ lo stesso vescovo della Diocesi di Nicosia che, particolarmente devoto a questa Madonna, ha presieduto la messa, con pochi fedeli all’interno della chiesa di San Cataldo e molti all’esterno, tutti rigidamente distanziati e con la protezione della mascherina sanitaria, attenti ad assistere alla celebrazione davanti al maxischermo montato nella piazzetta.

Questa festa religiosa è stata accompagnata fino al 2019 da un evento unico in Sicilia, un concorso internazionale riservato ai madonnari provenienti da ogni parte del mondo.  Gli ideatori di questo evento internazionale, tra i più importanti che si svolgono a Nicosia, Maurizio Cannizzo, presidente dei Madonnari di Sicilia e Marisa Di Gregorio, direttrice artistica della manifestazione, non si sono arresi ed hanno comunque portato avanti anche nel 2021 questa manifestazione.

Maurizio Cannizzo aiutato da alcuni madonnari provenienti da Mantova ha realizzato due opere d’arte proprio ai piedi del maxischermo nella piazzetta del quartiere di San Cataldo, Rappresentati la Madonna dell’Aiuto e un volto di Cristo. Le opere sono state iniziate venerdì sera e sono state ultimate domenica dopo due giorni intensi di lavoro.

Alla fine della celebrazione della messa il vescovo monsignor Salvatore Muratore ed il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli hanno reso omaggio alle opere d’arte, auspicando che il prossimo anno la manifestazione venga svolta normalmente come nelle prime due edizioni precedenti.

La banda di San Felice ed i classici tamburinai della Confraternita Monte Calvario San Cataldo hanno reso omaggio alle autorità presenti.

Il sindaco di Nicosia ha dichiarato: ”Oggi a Nicosia abbiamo uno dei maggiori artisti italiani e mondiali nell’arte dei Madonnari. Abbiamo colto l’opportunità con il maestro Maurizio Cannizzo di realizzare delle opere che possano abbellire Nicosia. Prima della pandemia con Ivan Bonomo avevamo rilevato alcune zone nel quartiere di Santa Maria Maggiore da poter valorizzare e nei prossimi mesi il maestro Cannizzo lavorerà per realizzarle. L’amministrazione comunale ringrazia l’associazione dei Madonnari di Sicilia che ha reso celebre con questa manifestazione Nicosia nel mondo dell’arte. Speriamo che il prossimo anno l’evento si possa celebrare in modo massiccio con la presenza di tanti madonnari provenienti da ogni parte del mondo. Nicosia è la città dei Madonnari”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it