A Nicosia in ricordo di Luigi Pidone, vittima allo stadio Heysel, ospiti Antonio Cabrini e Idris – VIDEO

Condividi l'articolo su:

Una due giorni a Nicosia dedicata alla memoria di Luigi Pidone, nicosiano e una delle 39 vittime dello stadio Heysel di Bruxelles nella tragica serata del 29 maggio 1985, in occasione della finale di Coppa Campioni tra Juventus e Liverpool.

Questa due giorni culminerà il 16 settembre con l’intitolazione di una piazza di Nicosia a Luigi Pidone. Un evento fortemente voluto dall’organizzatore Salvatore Leonardi, amico di Luigi Pidone e anch’egli uno degli spettatori di quella tragica serata.

Nel tardo pomeriggio del 15 settembre Antonio Cabrini e Idris sono stati accolti nell’aula consiliare del palazzo comunale di Nicosia da una moltitudine di persone, tifosi juventini, atleti e semplici simpatizzanti. Presenti i familiari di Luigi Pidone, la vedova Michela e il fratello Vincenzo proveniente dal Belgio.

Il campione del mondo di Spagna 82 e il celebre giornalista televisivo sono stati accolti dalle autorità cittadine con in testa il sindaco Bonelli, assessori e consiglieri comunali.

Il primo cittadino di Nicosia, ha ricordato le imprese sportive di Antonio Cabrini, un autentico monumento dello sport italiano. Al centro del suo discorso la figura di Luigi Pidone a cui è dedicata la due giorni in sua memoria.

Idris il celebre giornalista dal sangue bianco-nero tifosissimo della Juventus, ha iniziato il suo discorso facendo le condoglianze alla vedova di Luigi Pidone ed ha ricordato alcuni attimi di quella serata divenuta ormai un evento storico nell’immaginario collettivo.

Infine, il campione della Nazionale italiana e della Juventus, Antonio Cabrini, ha ricordato quella tragica serata e ringraziando Salvatore Leonardi per l’invito, ha auspicato che mai più accada un evento tragico come quello dello stadio Heysel.

 


Condividi l'articolo su: