A Nicosia nel centenario della morte del poeta Carmelo La Giglia spettacolo teatrale all’Istituto Fratelli Testa

Condividi l'articolo su:

Quest’anno ricorre il centenario della morte del poeta Carmelo La Giglia, il celebre farmacista nicosiano, morto il 6 marzo 1922. Carmelo La Giglia nacque a Nicosia il 15 maggio 1862 e in occasione di questa ricorrenza l’Istituto superiore Fratelli Testa di Nicosia ha organizzato presso l’auditorium Vincenzo Nisi, la mattina di sabato 14 maggio, una rappresentazione teatrale dal titolo “I miei versci”.

Questo spettacolo è un tributo al poeta degli studenti del liceo, insieme agli alunni dell’Istituto comprensivo Carmine di Nicosia, per ricordare il centenario della morte del poeta e rientra nell’attività conclusiva nell’ambito del progetto “A lezione di galloitalico” realizzato ai sensi della legge regionale 9/2011“Norme sulla promozione, valorizzazione ed insegnamento della storia, della letteratura e del patrimonio linguistico siciliano nelle scuole”.

Al progetto hanno partecipato 40 alunni di tutte le classi dei tre indirizzi: scientifico, linguistico e scienze umane. I docenti esperti coinvolti: sono la referente del progetto Patrizia Venuta, Maria Tiziana Alessi, Monia Cammarata e Rita Scinardi.

Nella rappresentazione teatrale sono stati letti e recitati in galloitalico alcune delle opere del poeta Carmelo La Giglia, accompagnate da musiche dal vivo e canti in galloitalico scritti dalla professoressa Patrizia Venuta.

Presso i locali della scuola è stata allestita anche una mostra con i disegni a tema realizzata dagli alunni della scuola media a cura della professoressa Daniela Di Paola.

Domenica 5 giugno alle 17.30, con ingresso libero, si terrà sempre presso l’auditorium dell’Istituto Fratelli Testa, una replica dello spettacolo.

 


Condividi l'articolo su: