A Nicosia si è svolto il 24 maggio il “PSI.CO.M. Day”, metodologia che migliora la capacità di apprendimento attraverso il movimento

Condividi l'articolo su:

Il 24 maggio si è svolto a Nicosia lo “PSI.CO.M. Day”, creato dal professore Pittera e con la presenza del professore Mario Edelstein, presidente della “Fondazione Carmelo Pittera”, giunto a Nicosia appositamente dall’Argentina.

E’ il professore Filippo Spalletta (responsabile del progetto a Nicosia) a spiegare cosa sia lo PSI.CO.M. Day; “ “Lo PSI.CO.M. è la più moderna metodologia che, sostenuta dalle neuroscienze, aiuta notevolmente a migliorare la capacità di apprendimento attraverso il movimento, favorendo da un lato lo sviluppo del sistema cognitivo e dall’altro limitando il suo depauperamento nella terza età.. A tutto ciò bisognerebbe aggiungere la possibilità delle metodologie PSI.CO.M. di interagire con le tecniche e le tattiche specifiche dello sport in genere”.

Lo PSI.CO.M. Day si è potuto strutturare grazie all’interessamento del dirigente scolastico, Maria Giacoma Mancuso, del primo circolo didattico “Carmine” ed i maestri Enrico Tumia e Giusy Campione, Giusy Tumminaro, Patrizia Scinardo e Rosaria Ferrigno e le rispettive classi.

La sperimentazione è stata presentata anche da due classi prime del Liceo Scientifico e Linguistico dell’IIS F.lli Testa diretto da Giuseppe Chiavetta che ha autorizzato il professore Filippo Spalletta ad inserire nella programmazione dei contenuti didattici questa metodologia.

La Fondazione Carmelo Pittera è stata affiancata in questa programmazione dalla Federazione Ginnastica d’Italia, con la quale la Fondazione stessa cerca un interscambio culturale.

Il 24 maggio si è conckluso il progetto di sperimentazione di una delle metodologie del sistema PSI.CO.M. denominata “Vocabolario Posturale Dinamico” che coniuga importanti aspetti posturali e motori con un impegno notevole per quanto riguarda il sistema mnestico e le sue dinamiche.

Esso costituisce un linguaggio che permette, nell’ambito della motricità, la comunicazione didattica tra insegnante e allievo.

L’applicazione del metodo Posturale Dinamico, può prescindere da una formazione altamente specialistica in tale ambito e può consentire anche a operatori dell’educazione con ruoli assai diversi (insegnanti, genitori, istruttori, animatori ecc.) di avviare efficacemente i bambini e i ragazzi ad un percorso di crescita psico-cognitivo-motoria.

Il tutto si è svolto nella palestra del Liceo Classico Fratelli Testa di Nicosia.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *