Agira, il 24 aprile verrà presentato il libro di Marco Cacciato Insilla “Amore e pregiudizio”

Condividi l'articolo su:

L’aula consiliare del Comune di Agira ospiterà mercoledì 24 aprile alle 19 la presentazione del libro “Amore e pregiudizio” scritto da Marco Cacciato Insilla. Modera l’incontro il giornalista Eamnuele Parisi.

“Amore e pregiudizio” è uno studio sul ruolo della letteratura e sugli effetti della lettura nella formazione del pensiero dei giovani, per contrastare l’omofobia a scuola ed educare ad amare i diritti umani. Non è una rassegna asettica di teorie ma un’operazione di applicazione di elementi di teoria della letteratura a questioni che riguardano l’omosessualità. Durante la sua carriera Marco Cacciato Insilla ha incontrato e intervistato l’astrofisica Margherita Hack, lo scrittore Aldo Busi, Giovanni e Paola Dall’Orto, il professor Francesco Gnerre e tanti altri. Molti, quindi, i contributi inediti sul tema della funzione della letteratura nella formazione del pensiero e nel contrasto dell’omofobia.

Marco Cacciato Insilla nasce a Catania il 9 gennaio del 1987. Dopo la laurea in Lettere, da Catania si trasferisce a Firenze e si specializza in Filologia Moderna. A ottobre 2014 sbarca nel web LGBT News Italia, sito d’informazione sul mondo lgbt, di cui è responsabile con lo pseudonimo di Andrea Miluzzo. Come attivista per i diritti civili, il 12 marzo 2015, dalle colonne di LGBT News dà il via al boicottaggio di Dolce e Gabbana (che avevano chiamato “figli della chimica” i bimbi delle famiglie omogenitoriali), lanciando l’hashtag #BoycottDolceGabbana, ripreso in pochi giorni da giornali esteri e da personaggi dello spettacolo come Elton John, Ricky Martin, Sharon Stone, Martina Navratilova, Courtney Love, coinvolgendo 50,3 milioni di utenti in tutto il mondo. Dopo un master in Giornalismo a Roma e un master in Psicopedagogia per alunni autistici, ha lavorato come educatore per ragazzi disabili, o con disturbi dell’apprendimento. Oggi insegna lettere alla scuola secondaria, a tempo pieno, e collabora con Repubblica nel tempo libero.

 

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *