Aidone città che legge, il progetto appena avviato è già un successo

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ad appena un mese di distanza dall’ottenimento della qualifica “Città che legge 2020-2021” rilasciata dal Cepell, istituto afferente al Mibact, l’amministrazione comunale di Aidone guidata dal Sindaco Nuccio Chiarenza ha già attivato un ambizioso progetto culturale dedicato alla promozione della lettura e del libro, riconoscendone il ruolo fondamentale nella formazione dell’individuo e il grande impatto sulla crescita socio-culturale della comunità. Grazie all’impegno degli assessori Serena Raffiotta e Gabriele Virzì, con deleghe rispettivamente al patrimonio culturale e all’istruzione e turismo, lo scorso 6 agosto il progetto è stato inaugurato con la presentazione della raccolta di poesie “L’io, quello folle, che ama la vita e l’amore” della giovane autrice aidonese Valentina Scroppo, recentemente pubblicato dal noto editore catanese Carthago e per l’occasione presentato ad una platea curiosa e attenta dallo scrittore Lorenzo Marotta. L’evento si è svolto all’aperto in una location suggestiva, il Largo Torres Truppia. Questo spazio all’aperto, antistante il museo archeologico e che precede l’ingresso superiore della villa comunale, ben si presta ad iniziative culturali estive che – com’è ferma intenzione dell’amministrazione guidata dal Sindaco Chiarenza – promuovano e valorizzino ogni angolo del paese.

Come dichiara l’assessore Raffiotta, promotrice del progetto, Aidone è una città privilegiata: vanta una biblioteca storica con un patrimonio librario di grande valore e un fondo antico importante che include diverse cinquecentine e alcuni preziosi incunaboli del Quattrocento. Grazie all’adesione al Polo Bibliotecario Provinciale esistente in seno alla Soprintendenza per i BBCCAA di Enna è stato possibile negli anni informatizzare una parte del catalogo della biblioteca, rendendolo fruibile on line sul portale web del polo, la qual cosa rappresenta un gran vantaggio per gli studiosi. Inoltre la città ospita da alcuni anni la manifestazione ‘Mi libro coi libri’, organizzata dall’Istituto Comprensivo “Cordova – Capuana” in collaborazione con il Comune. L’evento mira ad incentivare la lettura e la scrittura creativa tra le giovani generazioni. Lo stesso obiettivo anima i volontari del gruppo locale Nati per Leggere, il programma nazionale che – in collaborazione con l’Associazione Culturale Pediatri (ACP), l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) e il Centro per la Salute del Bambino (CSB) – incentiva la lettura nella fascia d’età 0-6 anni. Costituitosi lo scorso gennaio, il gruppo locale NpL di Aidone è formato da volontari e operatori che mettono a disposizione il proprio tempo libero per promuovere attività finalizzate ad educare i bambini e le famiglie al grande valore della lettura. I volontari hanno organizzato momenti di lettura al nido, alla scuola dell’infanzia e alla primaria nonché al museo archeologico di Aidone, suscitando interesse e curiosità non solo tra i bambini ma anche tra i genitori, spesso coinvolti nelle attività.

Il progetto “Aidone Città che legge”, ideato dietro l’input della prestigiosa qualifica appena ricevuta, si configura come un percorso articolato in attività eterogenee, supportate dalla collaborazione delle associazioni locali e convergenti verso un unico importante obiettivo: sollecitare la comunità locale, dai più piccoli ai giovani e agli adulti, a riconoscere il libro come prezioso strumento di conoscenza di sé e del mondo.

Il secondo appuntamento è previsto per mercoledì 12 agosto alle ore 18, sempre al Largo Torres Truppia, con la presentazione del libro “La Biblioteca Comunale ‘Gaetano Scovazzo’ di Aidone tra storia e tradizioni popolari” del magistrato di origini aidonesi Francesco Paolo Giordano. Attraverso l’analisi di dati d’archivio e fonti storiche, l’autore ha ricostruito la storia della biblioteca comunale, ripercorrendo i momenti salienti della formazione del prezioso patrimonio che essa custodisce.

A fine mese, invece, Aidone ospiterà Giuseppe Fazio e Salvatore Brancati, autori di un prezioso volume recentemente edito che raccoglie come un catalogo tutti i crocifissi lignei di Sicilia e Calabria attribuiti a Frate Umile e Frate Innocenzo da Petralia. La chiesa di Sant’Anna custodisce uno di questi crocifissi, per cui la presentazione del volume sarà un omaggio anche al capolavoro aidonese.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: