Al Bif&st grandi nomi, anteprime e memoria

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Al Bif&st grandi nomi, anteprime e memoria


(Adnkronos/Cinematografo.it) – Benigni e non solo. Anche Ken Loach, Helen Mirren e Taylor Hackford. Sono tanti i talenti che parteciperanno all’undicesima edizione del Bif&st, il Bari International Film Festival, che si svolgerà dal 21 al 28 marzo nei teatri Petruzzelli, Piccinni e Margherita e nel Multicinema Galleria. Il cinema italiano di ieri e di oggi, come tradizione, sarà al centro di buona parte del Festival che quest’anno sarà dedicato a Mario Monicelli, nel decennale della scomparsa, con una retrospettiva di 35 film cui si affianca una grande mostra fotografica con oltre 100 gigantografie dei suoi film, una esposizione di 14 opere di Chiara Rapaccini, che fu compagna del grande regista, e una serie di incontri condotti da Jean Gili. Proprio il volto di Monicelli campeggia sui manifesti di questa edizione.


A presentare il vasto programma della kermesse è stato il direttore, nonché ideatore del festival, Felice Laudadio, che ha annunciato i premi per il cinema italiano per i film prodotti nel 2019-2020: da Benigni appunto, che sarà premiato come attore non protagonista per il suo Geppetto nel ‘Pinocchio’ di Garrone, che a sua volta riceverà il premio come miglior produttore insieme a Paolo Del Brocco. E ancora Marco Bellocchio per la miglior regia per ‘Il traditore’, film che ha ottenuto altri due riconoscimenti: le musiche di Nicola Piovani e il miglior attore protagonista Pierfrancesco Favino, premiato anche per la sua interpretazione in ‘Hammamet’ di Gianni Amelio. Migliore attrice protagonista è invece Micaela Ramazzotti per ‘Gli anni più belli’ di Gabriele Muccino.



Tra i premiati anche Antonio, Pupi e Tommaso Avati per il miglior soggetto originale per ‘Il signor Diavolo’; Maurizio Braucci e Pietro Marcello per la miglior sceneggiatura per ‘Martin Eden’ e Lorenzo Mattotti per il film ‘La famosa invasione degli orsi in Sicilia’ per l’eccellenza tecnico artistica. A questi riconoscimenti si aggiungono poi tre premi riservati alle opere prime e seconde: miglior regista Marco D’Amore per il suo ‘L’immortale’, migliore attrice protagonista Paola Cortellesi per ‘Figli’ e miglior attore protagonista Toni Servillo per ‘5 è il numero perfetto’. Infine i due premi nuovo Imaie vanno a Benedetta Porcaroli per ’18 Regali’ e Claudio Segaluscio per ‘Sole’.


Tra i titoli delle anteprime internazionali: ‘Bombshell’ di Jay Roach con Charlize Theron e Nicole Kidman, che inaugurerà il Bif&st, e poi ‘Emma’ di Autumn de Wilde, ‘Les Traducteurs’ di Régis Roinsard, ‘Das Vorspiel’ di Ina Weisse e la prima italiana di ‘Favolacce’ dei Fratelli D’Innocenzo, in concorso alla Berlinale. Il programma della sezione competitiva Panorama Internazionale vanta dodici titoli: ‘Freies Land’ di Christian Alvart, ‘Nocturnal’ di Nathalie Bianchieri, ‘Gipsy Queen’ di Hüseyin Tabak, ‘Notre-Dame du Nil’ di Atiq Rahimi, ‘Muscle’ di Gerard Johnson, ‘Inherit the viper’ di Anthony Jerjen, ‘Sympathie pour le diable’ di Guillaume de Fontenay, ‘Three Summers’ di Sandra Kogut, ‘Deutschstunde’ di Christian Schwochow, ‘Golden Voices’ di Evgeny Ruman, e ‘Nonostante la nebbia’ di Goran Paskaljević con Donatella Finocchiaro e Giorgio Tirabassi. Alla lista ne manca uno: il film egiziano è stato infatti da poco eliminato “per solidarietà con i genitori di Giulio Regeni e con la famiglia di Patrick George Zaky”.


Il Teatro Piccinni ospiterà anche la sezione competitiva Nuovo Cinema Italiano, che sarà inaugurata dal film fuori concorso ‘Abbi Fede’ di Giorgio Pasotti, ed è composta da sei film in anteprima assoluta: ‘La regola d’oro’ di Alessandro Lunardelli, ‘Il Regno’ di Francesco Fanuele, ‘Burraco Fatale’ di Giuliana Gamba, ‘Storia di classe’ di Valerio Jalongo, ‘Si muore solo da vivi’ di Alberto Rizzi, ‘La rivincita’ di Leo Muscato. Tante le masterclass affidate a grandi personalità del cinema italiano e internazionale, lezioni di cinema che avranno inizio il 21 marzo con la partecipazione di Raffaella Leone, figlia di Sergio Leone e amministratore delegato del Leone Film Group, che festeggia i primi trent’anni di attività. Al lavoro di Sergio Leone e del Leone Film Group sarà inoltre dedicata una rassegna di otto film.


National Geographic, media partner del Bif&st, proporrà poi un ciclo di documentari dedicato alla sostenibilità e alla salvaguardia del pianeta nella sezione Cinema e Scienza. Ciclo che si aprirà con l’anteprima mondiale del doc ‘Il tesoro nascosto delle Isole Tremiti’ di Flavio Oliva. In cartellone anche un ciclo di film sulla violenza fisica e psicologica sulle donne; un’intera giornata dedicata al tema della malattia e della salute a cura del professore Nicola Laforgia e infine un ciclo di film sul tema delle malattie mentali diretta dal professore Alessandro Bertolino. Il Bif&st renderà omaggio a due grandi personalità della cultura, scomparse nel 2019, Andrea Camilleri e Ugo Gregoretti. E per il centenario di Fellini il Bif&st ospiterà un concerto dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli con musiche di Nino Rota e Nicola Piovani, in quest’occasione Benigni riceverà il Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence, che onorerà anche Ken Loach e i Premi Oscar Hellen Mirren e Taylor Hackford. Tra gli eventi speciali in programma: LaCapaGira di Alessandro Piva, Giuliano & Vera di Fabrizio Corallo con la presenza di Vera e Giuliano Montaldo, La piazza della mia città di Paolo Santamario con Lo Stato Sociale, Gianni Morandi e Luca Carboni e un tributo al regista Claudio Caligari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un pensiero riguardo “Al Bif&st grandi nomi, anteprime e memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: