Al Sicilia Outlet Village organizzato da Polizia di Stato ed Asp di Enna un evento per prevenire la diffusione di alcol, droghe e gioco d’azzardo patologico

Condividi l'articolo su:

Sabato 20 luglio, presso il Sicilia Outlet Village, nell’ambito delle azioni di contrasto alla diffusione di alcol, droghe e gioco d’azzardo patologico, è stato organizzato un evento pubblico, condotto dalla U.O.C. Dipendenze Patologiche, diretta dal dott. Stefano Dell’Aera, dell’ASP di Enna in collaborazione con la Questura e la Polizia Stradale di Enna e reso possibile dalla piena disponibilità della direzione dello stesso Outlet nella persona del dott. Cesare Greco.

L’iniziativa, fortemente propiziata dal questore di Enna, Antonino Pietro Romeo, rientra tra i progetti finalizzati alla prevenzione dell’infortunistica stradale, visti anche i recenti incidenti che hanno cagionato la morte di bambini e giovanissimi e che, nella maggior parte dei casi, hanno fatto emergere una correlazione con l’abuso di alcol e droghe.

Numerose le persone, famiglie, singoli, gruppi di giovani che, in occasione del fine settimana dedicato allo shopping presso il Sicilia Outlet Village, si sono accostate, anche per mera curiosità, alle postazioni organizzate ad hoc per l’evento, finalizzato a promuovere, in un contesto informale, la corretta informazione afferente le problematiche relative alle dipendenze patologiche e sui comportamenti a rischio.

Personale del Pronto Soccorso dell’Umberto I di Enna, volontari del Servizio Civile e gli operatori (compresi quelli dei progetti denominati “PAI” e “Just a Game” dei SER.T. di Enna – Piazza Armerina e Nicosia, hanno distribuito materiale informativo inerente la guida in stato di ebbrezza, le conseguenze legali, dipendenze comportamentali, gioco d’azzardo patologico, mini linee guida per i genitori sulla comunicazione  con i figli circa i comportamenti a rischio e l’individuazione dei primi segnali indicativi di abuso di sostanze.

Gli operatori hanno messo a disposizione percorsi stradali “in miniatura”da attraversare indossando specifici occhiali in grado di simulare cosa accade alla guida di un veicolo dopo avere fatto uso di alcolici e/o droghe. Numerose le persone che hanno voluto sperimentare, con spirito giocoso, tali “percorsi esperienziali (alcol, droga e stanchezza alla guida)”. Molteplici, inoltre, le conversazioni con le persone che si sono trattenute, interessate anche a chiedere e/o a raccontare episodi personali.

Nell’occasione gli agenti della Polizia Stradale, coordinati dal Dirigente dott. Giovanni Martino, unitamente al Funzionario Medico della Questura di Enna dott.ssa Letizia Galtieri, hanno illustrato le apparecchiature in dotazione alla Polizia di Stato per contrastare la guida sotto l’effetto di alcol e droghe, ovvero l’etilometro e il drug test sulla saliva. La collaborazione del personale della Polizia Stradale è stata fondamentale: sono state infatti effettuate delle dimostrazioni sulle procedure di misurazione del tasso alcolemico e sono state fornite varie informazioni attinenti le leggi inerenti la guida in stato di ebrezza e sotto effetto di droghe.

La prevenzione può essere di successo se effettuata in sinergia tra i diversi attori, attraverso l’incontro con la gente, utilizzando “il gioco” per stimolare la riflessione e la consapevolezza sui temi inerenti la sicurezza sulla strada e la prevenzione dei comportamenti a rischio; ciò rappresenta un valido strumento di coinvolgimento per stimolare la riflessione su fenomeni sociali di notevole importanza per la salute pubblica.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *