Albania, ministro si dimette per giovane ucciso da polizia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



ESTERI





Albania, ministro si dimette per giovane ucciso da polizia


Il ministro dell’Interno albanese, Sander Lleshaj, si è dimesso sulla scia delle proteste per la morte di Klodian Rasha, il giovane 25enne ucciso martedì notte dalla polizia vicino alla sua casa a Tirana per non essersi fermato all’alt. Il primo ministro, Edil Rama, ha confermato di aver accettato le dimissioni del ministro. In Albania, come in molti altri Paesi europei, è in vigore il coprifuoco notturno come misura anti-Covid.


L’agente che ha aperto il fuoco, successivamente sospeso in attesa della conclusione delle indagini, ha affermato di averlo fatto perché credeva che il giovane fosse armato. Ma la sorella del giovane, Sibora, ha dichiarato a Euronews Albania che Klodian non aveva armi con sé ed era uscito per comprare le sigarette. “Voglio sapere perché mio fratello è stato ucciso”, ha affermato.



“La mia decisione arriva come persona e come genitore che condivide il dolore della famiglia di Klodian Rasha, ma anche come espressione di gratitudine e rispetto per coloro che si sono fidati di me”, ha spiegato Lleshaj su Facebook. Intanto per la seconda sera consecutiva centinaia di manifestanti si sono riuniti davanti alla sede del governo per protestare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.






Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.