Alitalia, via libera Ue ad aiuti per 199 mln

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Alitalia, via libera Ue ad aiuti per 199 mln


La Commissione Europea ha autorizzato l’aiuto pubblico di 199,45 milioni di euro che l’Italia intende concedere ad Alitalia, ritenendolo in linea con le norme Ue sugli aiuti di Stato. Gli aiuti mirano a compensare la compagnia aerea per i danni subiti a causa della pandemia causata dal coronavirus Sars-CoV-2.


Per Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva responsabile della Concorrenza, l’aiuto pubblico “consentirà all’Italia di compensare Alitalia per i danni subiti a causa delle restrizioni di viaggio, necessarie per limitare la diffusione del coronavirus. Il settore dei trasporti aerei è uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia di coronavirus”.



“Da parte nostra – continua Margrethe Vestager – noi continuiamo a collaborare con gli Stati membri alla ricerca di soluzioni praticabili per sostenere le imprese in questi tempi difficili, in linea con le norme dell’Ue”. “Contemporaneamente, le nostre indagini sulle misure di sostegno concesse in passato ad Alitalia sono sempre in corso e rimaniamo in contatto con le autorità italiane per essere aggiornati sui loro piani e sulla conformità di questi ultimi con le norme dell’Ue”, conclude la vicepresidente.


Alitalia, ricorda la Commissione, con una flotta di oltre 95 aerei nel 2019 ha servito centinaia di destinazioni in tutto il mondo, trasportando circa 20 milioni di passeggeri dal suo hub principale di Roma e da altri aeroporti italiani verso varie destinazioni internazionali. Dall’inizio della pandemia, Alitalia ha visto i suoi servizi drasticamente ridotti, con conseguenti gravi perdite di esercizio. L’Italia ha notificato alla Commissione una misura di aiuto per compensare Alitalia per i danni subiti dal primo marzo 2020 al 15 giugno 2020, derivanti dalle misure di contenimento e dalle restrizioni di viaggio introdotte dall’Italia e da altri paesi di destinazione per limitare la diffusione del coronavirus. La misura di auto avrà la forma di una sovvenzione diretta di 199,45 milioni di euro, che corrisponde alla stima dei danni che la compagnia aerea ha subito direttamente durante il periodo indicato.


La Commissione ha applicato l’articolo 107 del Tfue, che consente di approvare gli aiuti di Stato che gli Stati membri concedono a imprese o settori specifici per ovviare ai danni direttamente arrecati da eventi eccezionali. L’esecutivo Ue ritiene che la pandemia di coronavirus possa essere considerata un evento eccezionale, trattandosi di un evento straordinario e imprevedibile, caratterizzato da un impatto economico significativo. Pertanto, gli interventi eccezionali dello Stato membro per compensare i danni causati dalla pandemia sono giustificati.


La Commissione ha constatato che la misura italiana compenserà i danni subiti da Alitalia che sono direttamente imputabili alla pandemia di coronavirus, concludendo inoltre che la misura è proporzionata, in quanto la compensazione non supera quanto necessario per ovviare ai danni. Su questa base, la Commissione ha concluso che la misura italiana di compensazione dei danni è conforme alle norme dell’Ue sugli aiuti di Stato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]

Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: