Amministrative a Nicosia. I dati ribaltati nella frazione di Villadoro

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il verdetto delle elezioni amministrative a Nicosia è inequivocabile, il sindaco Bonelli è la sua lista hanno ottenuto un consenso senza precedenti, per poter amministrare altri cinque anni.

A mente fredda è’ il tempo però dell’analisi del voto, in realtà con queste percentuali da plebiscito ci sarebbe poco da analizzare, ma un dato salta subito agli occhi ed è quello che riguarda la frazione di Villadoro, con la sezione 15 di questo centro situato a 18 chilometri da Nicosia, che ha restituito un dato in controtendenza rispetto alle altre 15 sezioni elettorali del territorio nicosiano.

Durante il pomeriggio di lunedì 5 ottobre, nella fase dello spoglio delle schede, la nostra testata ha raccolto volta per volta i dati parziali e definitivi che provenivano dalle sezioni, aggiornando i lettori. Dopo circa una mezz’ora si era capito l’andamento complessivo, ovvero la schiacciante vittoria del sindaco Bonelli e della sua lista.

La lotta si restringeva alle due liste rimanenti e ai due candidati sindaco. La lista che ottiene il secondo posto per numero di voti, secondo la legge elettorale, elegge quattro consiglieri comunali, mentre il candidato sindaco che arriva secondo viene eletto automaticamente consigliere comunale, se però raggiunge il 20% dei consensi. Quest’ultima ipotesi con il passare del tempo e con l’arrivo dei dati di quasi tutte le sezioni è stata scartata: il candidato Melo Lizzo otteneva il 15,65% dei consensi, mentre il candidato Antonello Catania l’11,73%.

Lo stesso verdetto sembrava profilarsi anche per le liste, con Noi per Nicosia di Melo Lizzo in leggero vantaggio su Liberi e Uniti di Antonello Catania, invece giunto il dato prima parziale e poi definitivo della sezione 15 di Villadoro la situazione si è ribaltata.

Entrando nello specifico, a Villadoro hanno diritto di voto 721 cittadini, hanno votato in 451 ovvero il 62,6% degli aventi diritto. dato più o meno in tendenza con quello del resto della popolazione nicosiana. Durante lo spoglio due schede sono risultate bianche, nove nulle, ovvero undici voti non sono risultati validi. Per l’elezione del sindaco, dei restanti 440 voti, 201 sono andati ad Antonello Catania, ovvero il 45,7 %, 224 al sindaco Bonelli, ovvero il 50,9% e 15 voti a Melo Lizzo, ovvero il 3,4%. Vince anche qui il sindaco uscente, ma con un dato ridimensionato rispetto al resto delle sezioni nicosiane.

Domenico Scavuzzo

Ancora più in controtendenza è il dato delle liste, qui la vittoria di Liberi e Uniti è netta, con 270 voti, ovvero il 61,4%, segue Nostra Nicosia del sindaco Bonelli con 147 voti pari al 33,4% e terzo posto per Noi Per Nicosia di Melo Lizzo con 16 voti pari al 3,6%. Quest’ultimo dato condanna la lista di Melo Lizzo al terzo posto senza la possibilità di mandare alcun consigliere sugli scranni del palazzo di città di piazza Garibaldi. A onor del vero la lista Liberi e Uniti senza il dato di Villadoro avrebbe comunque ottenuto il secondo per 5 voti (1.074 contro 1.069), la sua affermazione oltre che nella sezione 15 è avvenuta anche nelle sezioni 4,5,7,8,9,10,12,13 e 16, anche se per pochi voti di scarto. Per la lista Nostra Nicosia del sindaco Bonelli la 15 di Villadoro è l’unica sezione dove ha subito una sconfitta.

Gli eletti di Liberi e Uniti la sera del 5 ottobre festeggiano a Villadoro il secondo posto e l’elezione di cinque consiglieri comunali: Filippo Giacobbe, Sigismundo Livolsi, Lidia Messina, Domenico Scavuzzo e Luciana Spedale.

Il vero exploit della lista è da attribuire essenzialmente al consigliere Domenico Scavuzzo, unico residente di Villadoro che con le sue 416 preferenze complessive è il secondo degli eletti della lista Liberi e Uniti e con ben 242 preferenze ottenute solo a Villadoro è il consigliere più votato della frazione, seguono Luciana Spedale con 139 preferenze e Claudia Murè con 99 preferenze.

Un risultato straordinario – commenta soddisfatto il consigliere Domenico Scavuzzo – frutto del serio lavoro sul territorio di questi anni. Non è solo il voto del Pd, ma un voto trasversale che riconosce il merito e il mio interesse personale verso questa comunità che mi onoro di rappresentare. Per questo devo ringraziare tutti i cittadini di Villadoro per il risultato straordinario ottenuto, che riconosce un merito, ma che nel contempo mi responsabilizza per il futuro”.

Un voto che senz’altro andrebbe analizzato sia dai vincitori che dagli sconfitti di queste elezioni e capire le dinamiche che hanno portato a questo risultato in totale controtendenza con le scelte del resto della comunità nicosiana.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: