Amministrative a Nicosia. Il candidato sindaco Antonello Catania espone il suo programma elettorale – VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

In un’intervista rilasciata alla nostra testata, il candidato sindaco Antonello Catania ha presentato la sua lista Liberi e Uniti e gli assessori designati: Filippo Giacobbe, Lidia Messina e Domenico Scavuzzo. Il candidato Catania ha voluto sottolineare come nella sua lista non vi siano persone indagate o condannate, ponendo al centro della contesa elettorale la questione morale. Candidati puliti e trasparenti avvicinano le persone alla politica e non le allontanano.

Dal punto di vista programmatico il candidato Antonello Catania ha illustrato diversi punti ritenuti fondamentali per la città di Nicosia.

Piano Urbanistico Generale

(cliccare sul link per il video)

Nonostante il Comune negli ultimi anni abbia speso per incarichi oltre 200 mila euro, non si è ancora aggiornato il P.R.G.(oggi PUG, piano urbano generale a seguito della l.r. 13/08/2020, n.19), i cui vincoli sono scaduti da quattro anni. Oltre all’aggiornamento del PUG, vanno subito redatti i PPA (piani particolareggiati attuativi) per il recupero del centro storico e del suo patrimonio edilizio, oggi molto degradato e fatiscente in diversi quartieri.

Viabilità

(cliccare sul link per il video)

Sul tema viabilità, è necessaria la progettazione e il finanziamento dei lotti C della Nord-Sud, per unirci alla A19 e alla SS 192, e l’ammodernamento della Nicosia-Agira, con la trasformazione da strada provinciale a strada Statale affidata all’ANAS, devono rappresentare le priorità per Nicosia e per tutto il territorio della zona nord della provincia di Enna.

Tasse comunali e tariffazione acqua 

(cliccare sul link per il video)

E’ necessario abbassare le tasse comunali, in considerazione che il diffondersi dell’epidemia da Covid-19 e i necessari provvedimenti restrittivi adottati per salvaguardare la salute dei cittadini italiani sta provocando una drammatica crisi economica e sociale sull’intero territorio nazionale ed in particolare nelle aree interne del meridione e della Sicilia. L’IMU va riportata ai livelli del 2014, mentre la TARI, invece, va ridotta in modo proporzionale all’incremento della raccolta differenziata, anche grazie ad una diversa organizzazione del servizio dei rifiuti che vede la separazione della raccolta rifiuti dallo spazzamento e dal taglio delle erbacce. Anche le tariffe dell’acqua vanno ridotte, sono tra le più alte della Regione, occorre evidenziare le pecche della società di gestione per ottenere una riduzione delle bollette acqua, partecipando alle assemblee dei sindaci.

Ufficio di progettazione

(cliccare sul link per il video)

E’ di fondamentale importanza istituire un ufficio di progettazione, infatti, nell’immediato futuro con il PO FESR2021-27, il Piano per il Sud, il Recovery Fund, assieme agli altri interventi dell’Europa a favore delle aree in crisi, anche a causa della pandemia da Covid-19,  saranno a disposizione del nostro Paese e dei territori meridionali una quantità ingente di risorse finanziarie che andranno intercettate con una buona programmazione e un’alta capacità di progettazione.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: