Anche a Nicosia si celebra la giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un anno fa, il 18 marzo 2020, l’Italia affrontava il giorno più difficile della pandemia, i morti provocati dal coronavirus fecero registrare numeri altissimi, ovvero 2.978 le vittime in un solo giorno in Italia.

A Bergamo sfilarono i camion dell’Esercito che trasportavano le bare delle vittime. Il numero dei morti in città, ormai vicina al collasso, era troppo alto e si decise di portare le bare verso i forni crematori vicini. Un’immagine, quella dei camion militari carichi di feretri che percorrevano le strade deserte della città lombarda, che difficilmente l’Italia dimenticherà. Per questo è stata scelta la data del 18 marzo come giorno per ricordare tutte le vittime della pandemia da coronavirus.

Anche Nicosia ha voluto ricordare questo tragico giorno e tutte le vittime del covid-19 che ad oggi, secondo l’ultimo bollettino del 17 marzo sono 103.432.

Nicosia in questi tragici mesi è stata segnata da 8 decessi, con quasi un centinaio di soggetti positivi (ad oggi sono solo 4) ed ha voluto ricordare tutte le vittime della pandemia esponendo le bandiere a mezz’asta sul balcone del palazzo comunale di piazza Garibaldi.

Il nostro ricordo va a tutte le vittime nicosiane, italiane e del mondo – afferma il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli – Siamo vicini a queste famiglie che hanno perso i loro cari a causa della pandemia. Mi auguro che grazie alle regole imposte dal governo nazionale, con il buon senso dei cittadini e con la vaccinazione attualmente in atto le vittime si riducano così come i soggetti positivi e si ritorni al più presto ad una vita normale”.



Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it