Approvato dal consiglio comunale di Nicosia il regolamento della consulta cittadina di Villadoro

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per la prima volta dopo diverse consultazioni elettorali amministrative nel 2020 non verrà eletto il consiglio circoscrizionale di Villadoro. L’articolo 5 della legge regionale 11/2015 ha soppresso i consigli circoscrizionali ad eccezione delle Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina.

Il 19 agosto 2020 il consiglio comunale di Nicosia ha approvato appena in tempo, poco prima della sua scadenza, il regolamento della consulta cittadina della frazione di Villadoro, evitando così che oltre 600 cittadini abitanti della frazione rimanessero senza una rappresentanza.

L’iter di approvazione è stato molto lungo ed è stato seguito in tutte le sue in prima commissione dal consigliere comunale Domenico Scavuzzo, da sempre rappresentante delle istanze della frazione. Il consigliere Scavuzzo ha redatto il regolamento di 13 articoli approvato poi dal civico consesso nicosiano.

Domenico Scavuzzo

Si tratta di uno strumento di rappresentanza democratica per tutti i residenti di Villadoro – afferma soddisfatto il consigliere ScavuzzoDopo soppressione dei consigli circoscrizionali Villadoro non rimarrà senza rappresentanza e le istanze dei cittadini villadoresi potranno trovare voce attraverso questo strumento. Ringrazio i miei colleghi consiglieri che hanno capito fin da subito l’importanza di questo regolamento, non si tratta infatti di una richiesta politica, ma di un’esigenza di rappresentanza che è stata ben compresa dai consiglieri comunali di Nicosia di tutti i gruppi politici”.

La Consulta cittadina di Villadoro è un organo autonomo di indirizzo con funzioni consultive e di collaborazione propositiva ed è uno strumento di partecipazione alla gestione pubblica delle tematiche e problematiche inerenti la frazione di Villadoro. La Consulta, nello svolgimento delle sue funzioni, può esprimere di propria iniziativa o su richiesta degli organi comunali competenti, pareri in ordine agli atti di programmazione in materia di tematiche e problematiche riguardanti la frazione di Villadoro; proporre l’adozione di atti e formulare proposte operative di interventi e progetti in materia di tematiche e problematiche inerenti la frazione di Villadoro da sottoporre al vaglio degli organi comunali; supportare l’amministrazione comunale nella organizzazione di eventi, seminari, convegni, riunioni, assemblee, dibattiti, manifestazioni e iniziative pubbliche per la sensibilizzazione dei cittadini e la promozione di una più diffusa cultura all’interno della frazione. Le decisioni e le proposte della Consulta sono trasmesse al sindaco, al presidente del consiglio comunale, alla giunta, ai capigruppo consiliari e agli altri organi comunali interessati per le opportune valutazioni e gli eventuali adempimenti. I pareri, le proposte, i progetti, i documenti di analisi, le relazioni e ogni altro documento espresso dalla Consulta non sono vincolanti per l’amministrazione comunale.

Sede Consulta Villadoro

Alla Consulta possono aderire tutte le associazioni formalmente ed esclusivamente costituite nella frazione di Villadoro, che abbiano tra le finalità statutarie la cultura, lo sport, le attività ricreative, di volontariato e religiose (sono escluse le associazioni di carattere politico). La domanda di adesione deve essere indirizzata al Presidente del Consiglio Comunale e deve contenere il nominativo della persona designata a rappresentare l’organizzazione richiedente nella Consulta ed un suo supplente in caso di impossibilità a partecipare. Fanno parte della Consulta i rappresentanti delle associazioni, delle aggregazioni organizzate, delle entità sociali, culturali, del tempo libero, religiose aventi esclusiva sede ed operanti nel territorio della frazione. Non fanno parte della Consulta il sindaco, gli assessori ed i consiglieri comunali. Sono componenti della Consulta un rappresentante, designato al suo interno, per ogni associazione partecipante alla Consulta. Un rappresentante, designato al suo interno, del consiglio pastorale della Parrocchia “San Giovanni Battista” di Villadoro. Tre componenti scelti e designati dal consiglio comunale di Nicosia attraverso votazione segreta e unica. Possono presentare istanza di partecipazione alla Consulta, indirizzata al presidente del consiglio comunale di Nicosia, solo ed esclusivamente i residenti nella frazione di Villadoro.  La partecipazione alla Consulta è volontaria e a titolo gratuito e non dà diritto né a compensi né a rimborso spese di qualsiasi natura. Tutti i componenti della Consulta hanno diritto di voto.

Sono organi della Consulta l’assemblea, costituita da tutti i suoi componenti, il presidente, eletto dall’assemblea tra i membri della Consulta e il vicepresidente, eletto nelle stesse modalità del presidente. Le sedute dell’assemblea della Consulta sono pubbliche e possono assistervi, senza diritto di voto, tutti gli interessati. Tutti gli organi della Consulta durano in carica due anni e sei mesi e non possono essere rieletti per più di due mandati consecutivi. La Consulta ha sede in Villadoro in piazza Carlo Alberto, presso la Casa Comunale.


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: