Arrestato dai carabinieri a Catania un giovane di Piazza Armerina, accusato di atti persecutori nei confronti della sua ex

Condividi l'articolo su:

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato nella flagranza un 28enne originario di Piazza Armerina, poiché ritenuto responsabile di atti persecutori.

La ex fidanzata lo aveva denunciato pochi giorni fa ai carabinieri perché, dopo la fine della loro storia d’amore, la perseguitava con telefonate e messaggi, inviate a qualsiasi ora del giorno e della notte e pedinandola in ogni spostamento.

Comportamento persecutorio replicato qualche sera fa, quando, appostandosi proprio sotto l’abitazione della donna, di 33 anni, le ha di fatto inibito l’uscita tempestandola, nel frattempo, di chiamate e messaggi dove la invitava a riallacciare la relazione sentimentale.

Impaurita per la determinazione dimostrata dall’uomo, la donna ha chiesto aiuto al 112 consentendo l’intervento nel giro di pochi minuti di una pattuglia del pronto intervento che, giunta sul posto, non ha potuto far altro che bloccare ed ammanettare il molestatore.

L’arrestato, inizialmente accompagnato al carcere di Catania Piazza Lanza, dopo la convalida da parte del Gip del Tribunale etneo, è stato scarcerato e sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima e di comunicare con la stessa con qualsiasi mezzo.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *