Assalto al bancomat con l’escavatore, un arresto a Catania

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


PALERMO –  I carabinieri lo hanno sorpreso a manovrare l’escavatore con braccio meccanico utilizzato per scardinare lo sportello Atm di un ufficio postale e lo hanno arrestato. L’episodio è avvenuto a Catania, nel quartiere Librino, e a finire in arresto è stato Filippo Campisi, 55enne di Belpasso, che dovrà rispondere di tentato furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri sono giunti in viale Nitta attorno alla mezzanotte, allertati da una telefonata al 112: giunti sul posto, i complici di Campisi si sono dati alla fuga e lui, a volto coperto, ha cercato di divincolarsi, inutilmente, dalla presa dei carabinieri. Dal braccio meccanico dell’escavatore pendeva ancora lo sportello Atm che sarebbe stato poi caricato su un autocarro risultato, a sua volta, rubato nel Siracusano. Anche l’escavatore era stato rubato pochi minuti prima. Ingenti i danni provocati all’edificio che ospita l’ufficio postale, mentre è in corso la verifica delle banconote contenute nello sportello automatico. Sono in corso le indagini per risalire ai complici dell’uomo.



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.