Assegnati al Comune di Nicosia 30 mila euro per attivare e potenziare i centri estivi

Condividi l'articolo su:

L’amministrazione comunale di Nicosia con una delibera di giunta ha approvato l’attivazione di interventi per il potenziamento di servizi socio educativi con funzione educativa e ricreativa per i bambini di età compresa fra 0 e  17 anni.

Il decreto “Sostegni bis” prevede di destinare direttamente ai Comuni 135 milioni di euro per finanziare, nel periodo dall’1 giugno al 31 dicembre 2021, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, il potenziamento dei centri estivi, i servizi socioeducativi territoriali e i centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di minori di età compresa tra  0 e 17 anni. Al Comune di Nicosia è stata assegnata la somma di 30.545,83 euro.

Così come avvenuto nel 2020, il Comune intende collaborare con i centri estivi organizzati da privati, aventi i requisiti di Legge, dando mandato al dirigente dei Servizi Sociali di predisporre tutti gli atti conseguenziali per l’attuazione degli interventi. Gli interventi potranno essere interrotti o modificati in base ad eventuali nuove disposizioni normative, e in materia igienico-sanitaria per la prevenzione e il contrasto all’emergenza Covid-19 o per altri motivi di pubblico interesse.

Il Comune di Nicosia riconoscerà agli enti partecipanti un contributo nei limiti delle spese sostenute, parametrato al numero di minori iscritti e frequentanti e all’orario di apertura. Il contributo sarà riconosciuto alle attività di durata non inferiore a due settimane.

 


Condividi l'articolo su: