Assoro, torna a casa l’allevatore arrestato il 21 giugno dalla Polizia di Stato

Condividi l'articolo su:

Si è tenuta lunedì 24 giugno, presso la Casa circondariale di Enna, l’udienza di convalida dell’arresto del giovane allevatore di Assoro arrestato venerdì scorso, all’esito della quale il Gip Lorenzo Minnella ha disatteso l’istanza di custodia cautelare formulata dal pubblico ministero ed ha collocato il giovane 29 enne Domenico Virzì agli arresti domiciliari, in accoglimento delle richieste del difensore, l’avvocato Agostino Mongioj, nominato dall’indagato al momento del suo arresto.

Secondo la ricostruzione effettuata dagli uomini della Polizia di Stato, il 29 enne allevatore assorino era stato fermato con la sua autovettura presso lo svincolo della A19 di Agira da una pattuglia. Gli agenti durante la perquisizione personale e del veicolo, trovavano indosso al giovane circa 53 grammi di cocaina. A seguito del ritrovamento Virzì veniva accusato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e dopo l’arresto veniva tradotto presso la Casa circondariale di Enna.

Il processo inizierà allorché saranno chiuse le indagini, che sono tuttora in corso.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *