Assunzioni Poste Italiane 2022

Condividi l'articolo su:

ARTICOLO PUBBLICATO IL 9 Novembre 2021

Il Gruppo Poste Italiane ha varato un nuovo piano industriale che porterà all’uscita di ben 15.000 dipendenti entro il 2022 tra pensionamenti ed uscite anticipate, che saranno rimpiazzati da 10.000 nuovi inserimenti.

Il piano industriale quinquennale è stato presentato direttamente dall’Amministratore Delegato del Gruppo Poste Italiane, Matteo del Fante. Secondo tale progetto, il Gruppo conta di raggiungere un utile di 1,2 miliardi di euro in cinque anni, con un tasso di crescita annuo che si attesterà intorno al 13%.

In seguito a tali utili, il Gruppo Poste Italiane ha annunciato una serie di investimenti, tra cui il più corposo, da 2,8 miliardi di euro in 5 anni, che si occuperà di migliorare la digitalizzazione e automatizzazione dei servizi proposti.

Andando a vedere il piano nella parte delle assunzioni, notiamo che il Gruppo conta di effettuare 3.000 uscite ogni anno, che saranno rimpiazzate da 10.000 figure, che per metà saranno assunte tra esperti nel settore finanziario e assicurativo, con l’assunzione di giovani talenti e profili senior già esperti.

Inoltre, con molta probabilità, verranno assunti Portalettere e Addetti allo Smistamento in tutto il territorio nazionale.

Requisiti

Sono disponibili le offerte di lavoro in Poste eventuali bandi di concorso o requisiti e modalità di candidatura per le posizioni che si renderanno disponibili, per cui si può continuare a tenere d’occhio il sito ufficiale di Poste Italiane per vedere le novità.

Come Candidarsi

Tutti gli interessati a lavorare presso il Gruppo Poste Italiane possono visitare il sito ufficiale presso la pagina delle carriere e selezioni del Gruppo dove sono elencati tutti gli annunci di lavoro e dove è possibile effettuare la propria candidatura attraverso la registrazione del proprio curriculum vitae in corrispondenza degli annunci di proprio interesse.

 


Condividi l'articolo su:

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.