Bain & Company, al via la 5KM Challenge for Change

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 7 Maggio 2021


MILANO (ITALPRESS) – Si aprirà domani 7 maggio, e si chiuderà il 30 maggio, la 5km Challenge for Change, evento virtuale organizzato dai dipendenti di Bain & Company Italia per UNHCR a supporto della campagna “Aiming Higher”, con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare a borse di studio universitarie per i rifugiati di tutto il mondo. La campagna di crowdfunding di UNHCR mira a raccogliere donazioni per finanziare almeno 70 borse di studio entro la fine del 2021.
L’iniziativa 5KM Challenge for Change, che coinvolge i dipendenti di 18 degli uffici di Bain a livello globale, consiste nel correre, camminare o pedalare per almeno 5 km, donare almeno 10 euro per le campagne e sfidare almeno 5 persone del proprio network.
Il progetto rientra nell’impegno, in termini di impatto sociale, di Bain che – consapevole di poter giocare un ruolo cruciale nei cambiamenti a lungo termine – ha messo a disposizione, in un arco di dieci anni, i suoi servizi di consulenza pro-bono per un valore di 1,1 miliardi di dollari.
“Oltre due anni fa, Bain Italia ha deciso infatti di dedicare tempo e risorse alle questioni sociali attraverso il Bain Social Impact. BSI è impegnata nel supporto pro-bono di importanti iniziative ad impatto sociale collaborando con le principali realtà Not for Profit del nostro paese. 5kmchallenge è per noi un importante evento nato dall’iniziativa dei nostri volontari con l’obiettivo di dare un contributo ad una causa importante divertendoci con i nostri colleghi e i nostri amici”, dice Franco Baronio (nella foto), Partner di Bain & Company e Coordinatore Social Impact per l’Italia.
“Ci teniamo a ringraziare Bain & Company Italia per aver organizzato questa importante iniziativa a sostegno della nostra campagna “Aiming Higher”. Ad oggi soltanto il 3% dei giovani rifugiati ha accesso all’istruzione superiore, un dato drammatico. Garantire ai rifugiati un’istruzione di qualità significa fornire loro la più importante risorsa per esprimere tutto il loro talento a beneficio delle comunità che li accolgono o dei loro Paesi di origine quando potranno tornare a casa” dichiara Chiara Cardoletti, rappresentante UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino.
Per ulteriori informazioni https://donate.unhcr.org/crowdfunding/5km_challenge_for_change/project/italy?&lang=it_IT
(ITALPRESS).



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.