Bilancio partecipativo a Nicosia, Mdt presenta un progetto per il ripristino e la messa in sicurezza della fontana di villa Burrafato

Condividi l'articolo su:

Anche quest’anno i cittadini nicosiani potranno presentare le loro proposte per il bilancio partecipativo. Nel mese di ottobre 2016 il consiglio comunale approvò il regolamento del bilancio partecipativo. L’articolo 2 prevede che la giunta comunale annualmente, nella fase di redazione del bilancio di previsione, individui le aree tematiche oggetto di bilancio partecipativo, tra quelle indicate dal regolamento; mentre l’articolo 4 definisce l’importo esatto da destinare alla procedura nei limiti del 2% dei fondi trasferiti per questa finalità dalla Regione, ma può anche, in fase di variazione di bilancio, destinare una quota aggiuntiva con fondi propri.

In base a questo regolamento la giunta comunale ha stabilito che le aree tematiche, nell’ambito delle quali i cittadini potranno presentare le loro proposte sono: attività culturali e turismo; cura dei beni comuni; politiche scolastiche e sport. La somma destinata per realizzare queste proposte e che verrà inserita nel bilancio di previsione 2019 è di 9.402,03 euro.

Il 30 gennaio 2019 il Comune di Nicosia ha pubblicato l’avviso, entro 30 giorni dalla pubblicazione i cittadini nicosiani interessati possono presentare le loro proposte.

In questo ambito il Movimento per la Difesa dei territori ha presentato quest’anno un progetto per l’area tematica “cura dei beni comuni”. La proposta mira alla messa in sicurezza della vasca esistente nella villa Burrafato di via Umberto, che attualmente versa in stato di abbandono e rappresenta un pericolo per i bambini oltre che un ricettacolo per la spazzatura.

La proposta si sposa con l’idea dell’amministrazione comunale di trasformare la villa Burrafato in un parco di divertimento per i bambini della nostra città ed è in linea con il progetto di decoro della villa intrapreso ormai da anni dalla nostra associazione.

La fontana con giochi d’acqua illuminati potrebbe divenire l’attrazione principale della villa, – afferma Fabio Bruno presidente del Mdt – sia per i bambini che per gli adulti, e possibilmente un fiore all’occhiello per la nostra città, perchè contribuirebbe sostanzialmente al decoro di un luogo già unico e prezioso, utilizzato per molteplici manifestazioni, che gioverebbero tutte da questa miglioria”.

La proposta consiste nella realizzazione di una fontana nella esistente vasca, che verrà precedentemente ripristinata, portandola in piano, sostituendo il rivestimento attuale, innalzando il fondo (per evitare il rischio di annegamento), impermiabilizzandola, collocando un sovrappieno, una valvola per lo svuotamento e un pozzetto stagno per la pompa di ricircolo; quindi si procederà con l’installazione dell’impianto idrico composto da una pompa centrifuga di ricircolo, getti schiumogeni (di cui uno centrale e 5 collocati attorno a quello centrale), filtri di aspirazione, tubazioni, collettori, quadro di controllo e impianto sommerso di illuminazione con fari led a tenuta stagna.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *