Bonus alimentari a Nicosia. Assessori comunali: “La nostra comunità non ha bisogno di alcun commissario”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo l’invio della nota al prefetto di Enna da parte dei tre consiglieri comunali di minoranza, Giacobbe, Spedale e Scavuzzo, con la quale chiedono il commissariamento del Comune di Nicosia per stabilire i criteri di distribuzione dei bonus alimentari, arriva puntuale la risposta da parte dei cinque assessori della giunta comunale nicosiana.

Ricorso al T.A.R. e ricorso al Prefetto.

Questo hanno prodotto i Consiglieri comunali dell’opposizione.

Ci hanno provato con il ricorso al T.A.R. (lo scorso mese di gennaio) per impedirci di spendere l’avanzo di amministrazione che abbiamo programmato per realizzare strade e altri importanti interventi manutentivi: TENTATIVO MISERAMENTE FALLITO! Infatti, il nostro Ufficio Tecnico, continua a lavorare senza sosta, per essere pronti a ripartire al termine dell’emergenza per la realizzazione di lavori per 3.000.000 di euro che daranno una boccata di ossigeno alle imprese e ai lavoratori.

Ci riprovano oggi con Sua Eccellenza il Prefetto, con una mossa meschina, per paralizzare ancora una volta l’attività intensa, efficace, attenta e presente della Amministrazione con a capo il Sindaco che quotidianamente affronta mille difficoltà, assumendo personali responsabilità amministrative e giuridiche e dando sempre adeguata risposta a tutte le esigenze rappresentate dai Cittadini, dalle più piccole alle più importanti.

I tre Consiglieri Giacobbe, Scavuzzo e Spedale non si fanno scrupolo di mistificare il contenuto di un bando redatto dal Dirigente dei Servizi Sociali secondo criteri cristallini in aderenza all’Ordinanza del Capo della Protezione Civile. 

Altrettanto falso che sia “fuori controllo” la distribuzione dei generi alimentari donati da privati ed esercenti per i Cittadini in difficoltà: a ciò si sta procedendo mediante la Croce Rossa Italiana, l’ANPAS e altre Associazioni di Volontariato che operano con grande generosità e spirito di servizio, in maniera assolutamente equa e trasparente senza interferenze da parte di chicchessia.

Di fronte a questa immane tragedia che sta sconvolgendo l’intero pianeta, a tutti i livelli si assiste ad una presa di coscienza collettiva, si depongono le armi della contrapposizione politica fine a sé stessa e si vira verso una dialettica di collaborazione costruttiva non meramente oppositiva.

Ma i consiglieri di opposizione, pur di guadagnare una fugace apparizione su una testata giornalistica o per biechi fini elettoralistici non si fanno scrupolo di screditare un’intera Comunità, strumentalizzando un indegno audio di un consigliere comunale divulgato solo per appagare il proprio egocentrismo e narcisismo e che non ha nulla che vedere con la corretta azione amministrativa che ogni giorno viene posta in essere dagli Uffici comunali e dall’Amministrazione.

La nostra Comunità non ha bisogno di alcun Commissario, e i risultati ottenuti in questa emergenza lo dimostrano appieno: sotto la guida del Sindaco i Cittadini Nicosiani si sono rivelati uniti, maturi, rispettosi delle regole e degli altri Cittadini, solidali con i più bisognosi e, soprattutto, pronti a ripartire per rinascere insieme.

Insieme agli Uffici comunali saremo ben lieti di mettere a disposizione di Sua Eccellenza, come già abbiamo fatto con la Magistratura inquirente, tutta la documentazione d’interesse per dimostrare la assoluta legalità, equità e correttezza dell’operato dell’Amministrazione e degli Uffici.

Annamaria Gemmellaro, Gianfranco Castrogiovanni, Pino Castello, Daniele Pidone, Nando Zappia

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: