Bonus alimentari a Nicosia, i consiglieri di maggioranza e l’Assp si dissociano dalle accuse dei tre consiglieri di minoranza Giacobbe, Scavuzzo e Spedale

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sulla vicenda della richiesta di commissariamento del Comune di Nicosia, avanzata dai consiglieri di minoranza Giacobbe, Scavuzzo e Spedale, per stabilire i criteri di distribuzione deli bonus alimentari, intervengono i consiglieri di maggioranza con una nota.

I consiglieri di maggioranza e l’Azienda Speciale Silvo Pastorale si dissociano totalmente dalle assurde accuse dei tre consiglieri di minoranza Spedale, Scavuzzo e Giacobbe i quali, facendo leva su un’ingiustificabile messaggio audio di un consigliere di maggioranza, lasciano intendere che a Nicosia non vigono meccanismi equi e solidali nell’individuazione dei fruitori dei buoni spesa. – proseguono i consiglieri –

Al contrario, noi siamo certi dell’operato onesto e corretto dei nostri amministratori e degli uffici, nel fissare i criteri di individuazione dei soggetti beneficiari dei contributi erogati da Stato e Regione. – conclude la nota –

I consiglieri di maggioranza, ritengono che non ci sia, inoltre, alcun bisogno di un commissario e confermano piena e totale fiducia a sindaco, giunta e dirigenti”.

I consiglieri comunali Maria Di Costa, Annarita Consentino, Carmela Castrogiovanni, Giusi Gentile, Giuseppe Bonelli, Maria Letizia D’Amico, Aurora Catalano, Dario Scinardi, Michele D’Alio, Mariangela Picone. Antonino Mancuso Fuoco 

Consiglio d’amministrazione Assp di Nicosia Michele Di Franco, Giuseppa Tumminaro, Elisa Romano

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: