Borsa: gli energetici spediscono Piazza Affari in rosso 

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


alternate text
(Ipa/Fotogramma)
Milano, 21 gen. (Adnkronos)

Piazza Affari chiude in rosso nel gran giorno della Banca Centrale Europea. Poco mossi nella prima parte, i listini europei nel corso del pomeriggio hanno imboccato la via dei ribassi dopo che il n.1 della BCE, Christine Lagarde, ha evidenziato come i rischi per le economie di Eurolandia siano ancora orientati al ribasso, anche se meno pronunciati rispetto a qualche tempo fa.


Scontata la conferma dell’orientamento accomodante, forse gli operatori si attendevano una maggiore disponibilità verso nuove misure di stimolo.

A Milano il Ftse Mib si è fermato a 22.428,93 punti, -0,98% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania è salito del 3,1% a 118 punti base. Sul paniere delle blue chip spicca la debolezza del comparto energetico: Saipem ha chiuso con un -4,80%, Tenaris ha registrato un -3,21% ed Eni ha segnato un -2,62%.


Nuova performance positiva di A2A (+0,66%), ancora in scia della presentazione del piano industriale, mentre Stellantis (-2,17%) ha registrato qualche presa di beneficio dopo i recenti guadagni.

Tra i titoli legati al made in Italy Ferragamo ha segnato un +6,05% dopo che la finanziaria che controlla il gruppo ha annunciato di aver avviato valutazioni sulla governance della società.

L’annuncio di un aumento di capitale ha fatto sprofondare le azioni Autogrill (-13,32%). (In collaborazione con money.it)



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.