Calcio prima categoria, acceso derby tra Città di Nicosia ed Agira terminato in pareggio – FOTO & VIDEO

Condividi l'articolo su:

Spareggio salvezza allo Stefano La Motta tra Città di Nicosia ed Agira, match valevole per la 22ma giornata del campionato di calcio di prima categoria.

Parte bene l’Agira, al 7’ sgroppata sulla sinistra di Faye che scambia con Ingarao, il centrocampista crossa e trova in area la testa di Orazio Saraniti che anticipa Plumari e porta in vantaggio i giallorossi di Agira. Al 17’ Plumari crossa in area ospite ma Mazza solo davanti al portiere colpisce di testa e mette fuori di poco. Al 25’ Ingarao crossa in area la palla rimbalza davanti al portiere e quasi lo sorprende, ma Saraniti non è in grado di agganciare il pallone. Al 39’ l’Agira raddoppia su azione da calcio d’angolo ben battuto da Ingarao, di testa Faye mette in rete da pochi passi.

All’inizio del secondo tempo al 47’Fiorenza atterra in area Gagliano, l’arbitro concede il rigore. Si incarica del tiro dal dischetto Palermo che insacca alle spalle di Gritti. Portiere dell’Agira protagonista al 53’ espulso dall’arbitro per aver detto probabilmente qualche parola di troppo, l’Agira rimane in 10, l’estremo difensore a stento viene trattenuto dai compagni nel tentativo di aggredire il direttore di gara, si perdono più di 5 minuti prima che torni la calma in campo.  Al 62’ sugli sviluppi di una punizione battuta dal limite da Gagliano il pallone prima vien respinto da una mischia in area, se ne impossessa ancora Gagliano che entra in area avversaria crossa, ma il nuovo entrato Giacone anticipa di un soffio l’accorrente Stimolo. Clamorosa azione per pareggiare al 73’, ancora Gagliano sulla destra entra in area crossa, trova libero Di Stefano che a porta vuota incespica sul pallone e mette fuori. Al 78’ il Nicosia pareggia grazie ad un assist perfetto di Di Stefano che in area avversaria trova libero l’accorrente Stimolo pronto a mettere alle spalle di Giacone. Un minuto dopo clamoroso gol mancato dall’Agira, Faye mette un pallone al centro area, Marassà con un clamoroso liscio rimette in gioco Orazio Saraniti che solo davanti al portiere mette fuori. All’87’ l’arbitro concede un rigore per un presunto fallo di Plumari su Cavallaro in area di rigore biancorossa. Si incarica del tiro dal dischetto il capitano Fiorenza che spiazza Messina e riporta in vantaggio l’Agira. L’arbitro concede sette minuti di recupero e al 5’ il Città di Nicosia pareggia con Biondi che dal limite dell’area giallorossa scaglia un tiro che sorprende Giacone, insaccandosi alla sua destra.

Autentico miracolo del Città di Nicosia che riesce a recuperare un risultato che sembrava già segnato alla fine del secondo tempo. Agira mai domo calato nella seconda frazione di gioco dopo aver dominato il primo tempo. Un punto per uno che lascia comunque il Città di Nicosia all’ultimo posto con 16 punti e l’Agira terz’ultimo con 18 punti.

Nel prossimo turno il Città di Nicosia affronterà fuori casa il Gemini quart’ultimo con 19 punti, mentre l’Agira affronterà in casa il Ravanusa che con 26 punti è ormai salvo e fuori dalla zona play-off.

Tabellino:

Città di Nicosia-Agira 3-3

Città di Nicosia: Messina, Campione (46’ Burrafato), Plumari, Gagliano, Timpanaro, Conticello, Biondi, Stimolo, Mazza (46’ Di Stefano), Palermo, Marassà. A disposizione: Stansù, Sillicato, Piras. Allenatore: Casale.

Agira: Gritti, Galati, Saraniti A., Fiorenza, Screpis, Calì, Cavallaro, La Mela (56’ Giacone), Saraniti O., Ingarao, Faye. A disposizione: Sinate, Morina, Santospirito, Carcione. Allenatore: Garofalo.

Marcatori: 7’ Saraniti O. (A), 38’ Faye (A), 47’ Palermo (N) rig., 78’ Stimolo (N), 43’ Fiorenza (A) rig., 95’ Biondi (N).

Arbitro: Puglisi di Catania.

 

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *