Capizzi, finanziata con oltre un milione e 200 mila euro la riqualificazione urbana della via Vespri

Condividi l'articolo su:

Prosegue senza sosta la programmazione di opere pubbliche Comune di Capizzi che sembra aver inserito la marcia giusta.

Con D.D.G. n. 340 del 18/03/2019 dell’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità, il piccolo centro nebroideo centra un altro finanziamento, si tratta della riqualificazione urbana della via Vespri all’interno del centro storico cittadino per l’importo di 1.249.101,19 euro.

Il progetto esecutivo, redatto dall’ufficio tecnico comunale è stato presentato a valere sul programma regionale di finanziamento al fine di favorire gli interventi diretti a tutelare l’ambiente e i beni culturali, per la realizzazione di infrastrutture per l’accrescimento dei livelli di sicurezza, per il risanamento dei centri storici e la prevenzione del rischio idrogeologico, a valere sulle risorse FSC, nei Comuni della Regione Siciliana.

L’intervento prevede La riqualificazione della “strada dei nobili” ricalcante l’ex cinta muraria medievale che si snodava attorno al castello di origine araba, oggi corrispondente con la Via Vespri.

In questa arteria si trovano i maggiori elementi architettonici della città medievale, dal Santuario di San Giacomo con annessa piazza, alla piazza del plebiscito in cui si apre la chiesa Madre di San Nicolò di Bari ed il Palazzo Russo-Larcan, all’ex collegio di Maria, oggi Ostello della Gioventù oltre ad altri palazzi nobiliari privati.

L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione lungo tutto il tracciato di via Vespri, rispettando i colori ed i materiali del centro storico.

Per far si che tale intervento si integri con il contesto, è stata scelta una pietra di colorazione e caratteristiche del luogo. Inoltre si è pensato al rifacimento della rete raccolta acque meteoriche con le relative caditoie, dell’illuminazione artistica, dell’arredo urbano. Attualmente il tracciato viario d’interesse è pavimentato con cubetti di porfido che negli anni ’70-80 hanno sostituito l’antico percorso in selciato di pietrame locale.

Si propone un assetto spaziale e la nuova riproposizione dell’area creando nuovi spazi di aggregazione e di incontro.

L’Amministrazione Comunale ha deciso di effettuare tale intervento nell’ottica del raggiungimento dei seguenti obiettivi: riqualificazione estetica dei percorsi e degli spazi; miglioramento della fruibilità pedonale e carrabile; manutenibilità della pavimentazione e dei sottoservizi.

Con tale intervento inizia a completarsi il puzzle del circuito turistico all’interno del centro storico cittadino, infatti un altro intervento dell’importo di 939.000 euro è stato finanziato ed è quello relativo alla riqualificazione dell’area del Castello Aragonese e dei percorsi di accesso inserito tra gli interventi finanziati con D.D.G. n. 422 del 31/12/2018 da parte dell’assessorato regionale alle Autonomie locali che ha dato copertura ad interventi presentati nell’anno 2012, sempre dall’allora amministrazione Principato nell’ambito della linea 3.1.4.2 del PO FESR 2007/2013.

Molto entusiasta il sindaco del piccolo Comune di Capizzi, che in meno di un anno ha messo in piedi una programmazione di vasta scala incentrando il tutto sulla valorizzazione turistica ed il risparmio energetico tenuto conto che ampliare l’offerta turistica a Capizzi potrebbe significare fare rete con Comuni come Troina e Sperlinga, che si trovano in una fase più avanzata, per il rilancio turistico dell’intero comprensorio.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: