Caucus dem in Iowa, slittano risultati: si conta a mano

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Caucus dem in Iowa, slittano risultati: si conta a mano


Potrebbero arrivare nel pomeriggio ora italiana i risultati dei caucus democratici in Iowa, le assemblee elettorali che tradizionalmente danno avvio alle primarie per la Casa Bianca negli Stati Uniti. “Ci sono state incongruenze” nel conteggio dei voti attraverso le app, hanno riferito fonti dem, che hanno escluso qualsiasi hackeraggio, ammettendo i forti ritardi e che ci vorrà tempo per condurre “i controlli di qualità”.


Non ci sono indizi a indicare che siano state “attività informatiche dolose” le cause del ritardo nel conteggio dei voti del caucus in Iowa. Lo ha dichiarato in una nota il vicepresidente della commissione Intelligence del Senato statunitense, Mark Warner. “Come è già stato detto – ha affermato Warner – non c’è indicazione che i guasti associati alla app del caucus della scorsa notte siano stati il risultato di attività informatiche dolose”.



Il presidente del Partito democratico nel piccolo stato americano dove è iniziata la stagione delle primarie, Troy Price, ha fatto sapere che si sta procedendo con il conteggio “manuale”.


Bernie Sanders è positivo e fiducioso ed è certo di andare “molto, molto bene” una volta che i risultati verranno diffusi, qualunque sia il momento in cui ciò avverrà. In attesa di conoscere l’esito, il senatore del Vermont in corsa per la nomination presidenziale e in testa negli ultimi sondaggi si è mostrato soddisfatto e comunque certo “che prima o poi i risultati verranno annunciati”. Ed è tornato anche ad attaccare Trump, definito “bugiardo patologico” e ha ribadito i suoi appelli a sostenere un sistema sanitario universale e l’istruzione universitaria pubblica gratuita.


Dal canto suo Pete Buttigieg ha pronunciato un discorso da vincitore rivolto ai suoi sostenitori ancora in attesa di conoscere i risultati. L’Iowa “ha scioccato la nazione”, ha affermato il candidato in corsa per la nomination democratica. “Non conosciamo tutti i risultati, ma sappiamo che tutto è stato detto e fatto. Iowa, avete scioccato la nazione”, ha proclamato. “Perché in base a tutte le indicazioni andiamo nel New Hampshire vittoriosi”, ha affermato ancora l’ex sindaco di South Bend, nell’Indiana. ”Abbiamo riunito una straordinaria coalizione di americani, progressisti, moderati e futuri ex repubblicani. Ed è così che vinceremo a novembre”.


“Oggi Donald Trump farà un discorso sullo stato dell’Unione. Ma io ho un messaggio per ogni americano: la nostra unione è più forte di Donald Trump. E tra meno di un anno, la nostra unione sarà più forte che mai quando quell’uomo sarà sostituito da una donna molto tenace”: Elisabeth Warren non ha fatto alcun riferimento al problema del ritardo nell’annuncio dei risultati quando si è rivolta ai suoi sostenitori dopo il voto. Invece ha usato il suo discorso per sottolineare la distanza che la separa dall’attuale inquilino della Casa Bianca. “Donald Trump e io vediamo l’America da punti di vista molto diversi, e lo facciamo da quando siamo nati”, ha detto Warren ai sostenitori di Des Moines. “Trump è cresciuto a New York in una residenza con 23 stanze e nove bagni. Io sono cresciuta in Oklahoma in una casa con due camere da letto, un bagno e un garage convertito dove dormivano i miei tre fratelli”. “All’età di 3 anni, Donald Trump riceveva ogni anno un assegno di 200.000 dollari grazie all’impero immobiliare di suo padre. In totale, ha ricevuto quasi mezzo miliardo di dollari da suo padre. Io? Ho accettato piccoli lavori per fare soldi, babysitter, cameriera, e cucivo abiti per le mie zie”, ha concluso la senatrice democratica.


La campagna del presidente Donald Trump dal canto suo ha subito approfittato per attaccare i democratici. “Non sanno neanche gestire un caucus e vogliono guidare il governo”, ha denunciato su twitter il manager della campagna, Brad Parscale said on Twitter.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: