Cerami ha celebrato il 28 agosto il protettore San Sebastiano Martire – VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Anche quest’anno Cerami ha vissuto con grande devozione le celebrazioni in onore del suo protettore San Sebastiano Martire.

Una festa diversa rispetto agli altri anni, a causa del coronavirus, privata dei momenti più salienti, come la tradizionale processione lungo le vie del paese, ma ugualmente sentita e vissuta con grandi emozioni.

Per tutto il giorno, la chiesa dedicata al Santo Martire è stata aperta per consentire la visita dei devoti e la partecipazione alle messe.

A porte chiuse, intorno alle 18, il simulacro di San Sebastiano è stato intronizzato sull’artistica “Vara” insieme alla reliquia del Santo ed al sacro reliquiario dei Santi, custoditi nella chiesa madre. La “Vara” è stata poi ornata dai caratteristici “lazzuna” e dai fiori.

Alle ore 19, tra il suono a festa delle campane, il rullo dei tamburi e le caratteristiche marce eseguite dalla Banda Musicale “Giuseppe Verdi”, il Santo si è affacciato sul sagrato della chiesa, illuminato a festa con le luminarie allestite dalla ditta “Eurolux” di Pasquale Lo Faro, dove poco dopo è iniziata la solenne concelebrazione eucaristica, presieduta dal parroco, Michele Pitronaci, insieme al vicario parrocchiale, padre Kennedy. La liturgia è stata animata all’organo dal maestro Ermanno Provitina e dalla voce solista di Valentina D’Alessandro. La celebrazione si è conclusa con la supplica a San Sebastiano ed il canto dell’inno al Santo.

Subito dopo un breve spettacolo pirotecnico, realizzato dalla ditta “Zio Piro” di Gianni Vaccalluzzo, la vara ha fatto rientro in chiesa.

Anche se non è stato possibile avvicinarsi all’immagine del Santo protettore, non è mancato, fino a tarda sera, il composto omaggio da parte di tanti cittadini e devoti, segno che, in questa situazione di emergenza, non è venuto meno il legame dei ceramesi con le proprie tradizioni. La speranza è di tornare presto alla normalità e di tornare a festeggiare i santi lungo le vie dei paesi.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: