Cerami, iniziati il 19 agosto i festeggiamenti in onore di San Sebastiano Martire

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Hanno preso il via, domenica 19 agosto, i festeggiamenti in onore di San Sebastiano Martire, protettore di Cerami.

Ricco il programma stilato dalla confraternita che abbraccia eventi culturali e religiosi.

L’inizio della novena comincia a far sentire l’aria di festa e segna l’apertura di una settimana piena di eventi che coinvolgono l’intera comunità, sono tante infatti le celebrazioni che si svolgeranno in questi 9 giorni, durante i quali la preghiera comunitaria si unirà nel ricordo dei confrati defunti. Una giornata particolare sarà dedicata alla preghiera per le vocazioni religiose.

Grande festa è prevista per giorno 26 agosto, quando la comunità parrocchiale accoglierà la nuova bandiera simbolo della stessa confraternita.

La luce dell’alba comincia ad annunciare il giorno di festa: il 27 agosto infatti si svolge lo storico corteo, con la successiva distribuzione di pane e formaggio in contrada San Leonardo; la prima parte della giornata si chiuderà con il caratteristico ingresso in chiesa delle bandiere d’alloro, i “banneri u lauru”, in dialetto ceramese.

Le bandiere, portate sul capo da chi ha chiesto e ricevuto una grazia da San Sebastiano, vengono offerte al Santo per il dono ottenuto. I portatori ricevono infine la benedizione del parroco tra la commozione generale dell’intera chiesa.

Nel pomeriggio le strade di Cerami si tingono di rosso per la processione della reliquia di San Sebastiano. Infatti l’omonima confraternita vanta un cospicuo numero di confrati e consorelle, arrivando a sfiorare i 400 iscritti ed è in questa occasione che i suddetti confrati hanno tutti l’obbligo di vestizione.

Il giorno di festa viene annunciato dai colpi di mortaretti a cui seguono le celebrazioni eucaristiche, alla fine delle quali prende avvio la prima parte della processione, a cui partecipano le quattro confraternite di Cerami.

Grande fermento si insinua tra i fedeli per la discesa della statua e la successiva sistemazione  della stessa sul fercolo, il tutto accompagnato dal rullo dei tamburi, dalle invocazioni dei portatori e da uno spettacolare e colorato gioco pirotecnico.

Brividi e grandi emozioni fanno da cornice a questa giornata, emozioni che quest’anno saranno ancora più forti per la presenza dei “Nuri di Sammastiano”, un’associazione della provincia di Siracusa che giungerà in pellegrinaggio alla chiesa di San Sebastiano, ove offriranno il loro omaggio al santo Protettore.

Il giro esterno si conclude con la sosta del fercolo nella chiesa di San Benedetto da cui riparte la processione nel pomeriggio per il giro interno, a conclusione del quale uno scenario di luci e colori attira lo sguardo dei presenti per i fuochi d’artificio prima di assistere al rientro del santo nella propria chiesa. Ad animare la processione la banda musicale “Giuseppe Verdi” di Cerami.

Attese anche le manifestazioni culturali che ogni anno allietano i ceramesi e i tanti emigrati che fanno ritorno alla terra d’origine in occasione della festa del Santo Protettore.

Il 26 e il 29 Agosto due serate danzanti, presso piazza san Sebastiano, intratterranno i partecipanti. Il 27 agosto, in piazza Marconi, Alice Caioli, terza classificata a Sanremo giovani e la band Samizat, tributo ai Nomadi, e per concludere, il 28 sera, molto fermento si insinua già per Angelo Famao e la band “I Mediterranei”.

Giusy Pitronaci

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: