Cerami, oggi grandi festeggiamenti in onore della Lavina

Riti, preghiere, sante messe, fuochi d’artificio, tradizioni popolari, fanno il pieno stamani della celebrazione festiva in onore della Madonna della Lavina.

La sublime immagine della Lavina, nota per i meravigliosi prodigi, è raffigurata con sorprendente grazia mentre allatta il bambin Gesù.

Le notizie intorno alle origini della devozione non sono molte. Stando alle ricerche fatte dallo storico,  dott. Luigi Anello, ci si affida ad un documento del 1581 in cui è testimoniata l’esistenza duna piccola chiesa   annessa ad un vecchio convento femminile dell’ordine di S. Benedetto, ove sotto il nome di Santa Maria di Lavina si propagava la devozione alla Madonna di Cerami. Il Pitrè, studioso delle tradizioni popolari, nel volume “Feste patronali della Sicilia” racconta che le acque tumultuose di un forte temporale, rivoltando le macerie del vecchio convento, portarono a galla una tela, applicata su tavola, mostrante la taumaturgica figura della Madonna definita dagli esperti del Centro regionale di restauro  “Virgo Lactans di Cerami”.

A testimonianza del miracoloso ritrovamento fu costruita una chiesetta che, dal toponimo del sito, prese il nome di Lavina, cioè della Fiumana o del Torrente. Ed è attorno alla titolata chiesa santuario che comincia stamattina la grandiosità dei festeggiamenti.  Un lungo corteo, formato  da giovani ragazze indossanti vesti di foggia greco-romana, le associazioni religiose, le confraternite, le autorità civili e militari, la banda musicale, e il seguito della moltitudine scortano il quadro della Madonna, sino a raggiungere la chiesa madre per poi essere accompagnato nella Abazia S. Benedetto.

Da qui riprenderà la processione serale che, percorrendo le discese delle strade cittadine, completa il ritorno della sacra effigie della Madonna nella sua chiesa,  accolto con sfavillanti giochi d’artificio. Ma prima ancora, in piazza, davanti alla folla di devoti inebriati dal senso religioso, il sindaco, Silvestro Chiovetta, con atto simbolico ha già consegnato le chiavi della città di Cerami alla Vergine della Lavina invocandone la protezione.

Tra gli appuntamenti mondano-notturni in programma, il concerto di Silvia Mezzanotte. L’allieto s’incrementerà domani sera con la sagra della salsiccia (“A sasizzata”) e l’ intrattenimento musicale del complesso “L’ottava nota”.

 Carmelo Loibiso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php