Chiesta alla Regione una proroga per l’inizio dei cantieri di lavoro per disoccupati a Nicosia e Villadoro

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La giunta comunale di Nicosia ha approvato due delibere con le quali chiede al Dipartimento regionale del Lavoro una proroga di 45 giorni per l’inizio dei lavori dei due cantieri per disoccupati di Villadoro e Nicosia.

Alla fine di maggio il Dipartimento regionale del Lavoro aveva emesso due decreti di finanziamento per il Comune di Nicosia, il primo relativo alla frazione di Villadoro dove verrà realizzato un marciapiede tra la frazione ed il borgo Milletarì, nel cantiere saranno impiegati 10 lavoratori, per la durata di 57 giorni per complessive 570 giornate lavorative, l’ammontare complessivo del finanziamento è di 62.453,53 euro.

Nel secondo cantiere di Nicosia verrà realizzata la pavimentazione dei gradini con le opere connesse in via Gianbattista Li Volsi (salita del Carmine), nel cantiere saranno impiegati 15 lavoratori, per la durata di 66 giorni per complessive 990 giornate lavorative, l’ammontare complessivo del finanziamento è di 112.984,50 euro.

I due decreti sono stati notificati al Comune di Nicosia il 10 settembre di quest’anno e con due delibere la giunta comunale il 23 ottobre aveva preso atto del finanziamento, autorizzando l’istituzione dei cantieri e disposto i finanziamenti. Secondo quanto previsto dai due decreti di finanziamento l’avvio dei lavori doveva avvenire entro 60 giorni dalla notifica, quindi entro il 9 novembre.

Inoltre, le direttive indicate dai decreti di finanziamento, prevedevano l’avvio delle procedure ad evidenza pubblica relative all’individuazione del direttore di cantiere, dell’istruttore di cantiere e dell’operaio qualificato, le cui istanze sono in corso di valutazione. Serviva individuare una ditta per la fornitura di materiale, noli e trasporto occorrente per la realizzazione dei cantieri. Infine, è in corso d’approvazione la convenzione con la Cassa Edile di Enna per la formazione, le visite mediche e la fornitura di dispositivi di sicurezza dei lavoratori ed è stato già predisposto il provvedimento amministrativo per l’individuazione dei capitoli in spesa ed entrata nel bilancio comunale.

Il completamento di tutte queste procedure potrebbe arrivare quasi a ridosso del termine prescritto per l’inizio dei lavori o addirittura slittare oltre la scadenza del 9 novembre, questa è la motivazione per la richiesta di proroga di inizio lavori, che di conseguenza, se accettata dal Dipartimento regionale del Lavoro dovrebbero far slittare l’inizio dei lavori nei cantieri al 24 dicembre 2019.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: