Chiusura caserma carabinieri Villadoro, se ne è discusso in consiglio comunale a Nicosia – VIDEO

Condividi l'articolo su:

Preoccupazione per l’ennesimo taglio ai servizi, o come qualcuno ha voluto definire, “l’ennesimo arretramento dello Stato sul territorio”, questo è quanto emerso dal consiglio comunale di Nicosia che nella serata del 3 giugno è stato convocato per discutere della paventata chiusura della stazione dei carabinieri di Villadoro.

Non è ancora una scelta definitiva”, lo ha affermato il sindaco di Nicosia nel suo intervento in consiglio comunale. Il primo cittadino nei giorni scorsi ha incontrato il maggiore Marco Montemagno, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Nicosia e successivamente il colonnello Saverio Lombardi, comandante provinciale dei Carabinieri di Enna, per capire la situazione comprendere le ragioni della chiusura. A quanto pare non è la solita “spending review” alla base della scelta del Ministero degli Interni, ma una riorganizzazione complessiva della presenza dell’Arma sul territorio. Verrebbe infatti rafforzata la Stazione a Nicosia, ma oltre Villadoro rischia la chiusura anche la Stazione di Sperlinga. La scelta però non è ancora definitiva, esistono margini per una trattativa e nei prossimi giorni una delegazione di Villadoro incontrerà il colonnello Lombardi.

Diversi gli interventi in consiglio, sugli scranni presenti anche i consiglieri della circoscrizione di Villadoro. Il consigliere comunale Domenico Scavuzzo, residente a Villadoro, è colui che ha segnalato questa problema ed ha richiesto la convocazione urgente del consiglio comunale. Per l’esponente del Partito Democratico è a rischio la sicurezza di un intero territorio in quanto la frazione di Villadoro è un punto di passaggio ed è confinante con diverse realtà a rischio di infiltrazioni mafiose. Il consigliere villadorese ha voluto sottolineare come non sia un problema di “spending review” in quanto il canone d’affitto dei locali pagato dai carabinieri è irrisorio.

Il consigliere Filippo Giacobbe ha proposto di convocare un consiglio comunale che si dovrebbe tenere a Villadoro con la partecipazione di tutta la popolazione.

Il consigliere Salvatore Vega, d’accordo con la proposta di Giacobbe, ritiene che la Stazione di Villadoro vada rafforzata e non chiusa.

Sono intervenute anche due consiglieri di circoscrizione di Villadoro. Claudia Murè ha ribadito come sia diritto dei cittadini di Villadoro ad avere tutela e sicurezza nel proprio territorio, mentre Giuseppina Dieli Crimì ha sottolineato la funzione deterrente della Stazione dei Carabinieri ed il senso psicologico di sicurezza che infonde nei cittadini.

Il consiglio comunale di Nicosia ha approvato all’unanimità un documento che verrà trasmesso alle autorità competenti, ai comandi provinciale e regionale dei carabinieri, al comando generale dell’Arma, ai ministeri della difesa e dell’interno. Il deputato nazionale Andrea Giarrizzo ha chiesto una copia della delibera del consiglio per trasmetterla alla commissione competente presso la Camera dei Deputati.

Il prossimo appuntamento sarà a Villadoro dove per la seconda volta a distanza di sei anni si terrà un consiglio comunale straordinario con la presenza dei cittadini villadoresi. Allora si discusse dello stesso problema legato all’affitto dei locali, la proprietaria diminuì drasticamente il canone permettendo il mantenimento del presidio dell’Arma.

 

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *