Come risparmiare sulle piccole azioni quotidiane

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per risparmio energetico non si intende – solo – la conversione di centrali a carbone in centrali fotovoltaiche, oppure la scelta di grandi società di trasporti di passare ai veicoli elettrici. Per risparmio energetico si intende il minor consumo di energia nelle azioni quotidiane: si può quindi attuare attraverso semplici comportamenti virtuosi di ognuno, che alla lunga riescono a fare la differenza. Attenzione, l’adozione di abitudini eco-sostenibili non comporta necessariamente la riduzione di comfort, a volte si tratta di piccole azioni intelligenti che non cambiano il nostro stile di vita ma ci consentono di risparmiare parecchia energia.

Primo punto su cui riflettere? La climatizzazione! In inverno utilizziamo combustibili per il riscaldamento, in estate energia elettrica per gli impianti di condizionamento. Il consumo energetico per il riscaldamento corrisponde mediamente al 30% dei consumi energetici totali di un edificio, e determina l’emissione in atmosfera di una quantità compresa tra circa 675 e 7.875 Kg di CO2 all’anno a seconda della potenza termica del generatore (considerando l’utilizzo del metano come combustibile per il riscaldamento). Per capire di che quantità di Co2 stiamo parlando, un albero ad alto fusto riesce ad assorbire tra i 10 e i 20 kg di Co2 l’anno. Per questo, ecco qualche consiglio per avere dei comportamenti consapevoli.

D’inverno non alziamo troppo i riscaldamenti, in particolare negli ambienti in cui non sosterremo a lungo, come in corridoio. Attenzione a non coprire i termosifoni con tende o copritermosifoni, che sono in grado di assorbire calore. In estate, la differenza tra la temperatura interna agli edifici e quella esterna non dovrebbe superare i 7°C, infatti differenze eccessive tra temperature esterne ed interne ai locali possono favorire l’insorgenza di malesseri e patologie acute (ad es. raffreddori estivi ed invernali o dolori muscolo-scheletrici o reumatici). Cerchiamo di tenere le finestre chiuse quando è chiuso il condizionatore, ma soprattutto verifichiamo che l’impianto funzioni bene! Una corretta manutenzione del climatizzatore consente al dispositivo di funzionare al meglio, facendo risparmiare in bolletta sfruttando meno risorse. È fondamentale controllare i livelli del liquido e scongiurare eventuali perdite: se ci rendessimo conto che qualcosa non dovesse essere proprio a posto, possiamo affidarci a SulSicuro.it e contattare tecnici certificati pronti a intervenire per ripristinare l’impianto al meglio.

Non solo il condizionatore deve essere mantenuto in maniera ottimale, lo stesso discorso si può fare con tutti gli altri elettrodomestici! Una lavatrice o un frigorifero di classe A+++ può passare in pochi anni a una classe G se non viene effettuata la giusta manutenzione. La bolletta ne è testimone! Sono in molti a pensare che il consumo di energia elettrica dipenda in gran parte dalle lampadine, che invece sono responsabili solo di una piccola parte del consumo totale di energia. L’utilizzo delle lampade ad alta efficienza permette comunque la riduzione dei consumi di illuminazione, soprattutto se installate nei locali dove l’illuminazione è necessaria più a lungo. Sono gli elettrodomestici a coprire almeno l’80% della bolletta, per questo è fondamentale che lavorino al meglio! Ecco una percentuale di come – di media – incidono sui consumi di un’abitazione:

  • scaldabagno: 20%
  • frigorifero: 18%
  • illuminazione: 15%
  • lavatrice: 13%
  • televisore: 11%
  • lavastoviglie: 4%
  • forno elettrico: 4%
  • altri utensili: 15%

Ora, sei convinto che una giusta manutenzione, oltre ad allungare la vita dell’elettrodomestico in questione e farti risparmiare sul lungo periodo, è in grado anche di farti economizzare nell’immediato in bolletta?

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.