Condizioni meteo avverse per il 6 dicembre. Tutta la Sicilia in preallarme con la zona arancione

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Protezione civile ha diffuso il bollettino con le previsioni meteo per il 6 dicembre 2020, oltre alle condizioni meteo-idrogeologiche avverse per tutta l’Isola con la zona arancione, il medesimo allarme scatta anche per il rischio idraulico.

Il bollettino prevede precipitazioni diffuse, specie al mattino, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia nord-orientale, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati; da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone, con quantitativi cumulati generalmente moderati

La Protezione civile raccomanda di portare a conoscenza della popolazione, con tutti i mezzi a disposizione, le seguenti misure di auto-protezione (buone pratiche) che i cittadini devono rispettare per evitare comportamenti che mettano a rischio le vite umane:

– prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità e dai mezzi di comunicazione;

– non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rive di un corso d’acqua in piena;

– non sostare in aree soggette a esondazioni o allagamenti anche in ambito urbano;

– non tentare di arginare la massa d’acqua – spostarsi ai piani superiori;

– non percorrere un passaggio a guado o un sottopassaggio durante e dopo un evento piovoso, soprattutto se intenso, né a piedi né con un automezzo;

– allontanarsi dai luoghi se si avvertono rumori sospetti riconducibili all’edificio (scricchiolii, tonfi) o se ci si accorge dell’apertura di lesioni nell’edificio;

– allontanarsi dai luoghi se ci si accorge dell’apertura di fratture nel terreno o se si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante (specialmente durante e dopo eventi piovosi particolarmente intensi o molto prolungati);

– nel caso si debba abbandonare l’abitazione, chiudere il gas, staccare l’elettricità e non dimenticare l’animale domestico, se presente;

– non sostare al di sotto di una pendice rocciosa non adeguatamente protetta (sempre) o argillosa (durante e dopo un evento piovoso);

– allontanarsi dalle spiagge, dalle coste, dai moli durante le mareggiate e in caso di allerta tsunami;

– non sostare, non curiosare in aree dove si è verificata una frana o un’alluvione: possono esserci rischi residui e si ostacola l’operazione dei tecnici e dei soccorritori.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.